Più libri più liberi (Roma, 4-8 dicembre): cresce ancora la lettura nel 2010. Il 4 dicembre la presentazione dell’indagine Istat 2010

Cresce la lettura nel 2010: oggi legge il 46,8% degli italiani con più di sei anni, quasi due punti percentuali in più rispetto allo scorso anno (erano il 45,1%). E’ questo il primo dato dell’indagine Istat 2010 che sarà presentata il 4 dicembre nell’ambito del convegno La lettura e la sua ombra, in programma al digITAL Café del Palazzo dei Congressi dell’EUR a Roma alle 15 nella giornata di apertura della Fiera della piccola e media editoria Più libri più liberi.
Segnali estremamente positivi se si considera che la crescita interessa un milione di italiani che nel corso dell’ultimo anno si sono avvicinati al mondo del libro: l’incremento maggiore registrato negli ultimi anni. Interverranno, moderate da Giovanni Peresson dell’Associazione Italiana Editori (AIE), Miria Savioli di Istat e Cecilia D’Elia (Assessore alla cultura della Provincia di Roma).
Le cifre dell’indagine Istat costituiranno anche il punto di partenza per la tavola rotonda successiva, Promuovere oggi il lettore di domani, prevista sempre al digITAL Café alle 16, a cui interverranno Gian Arturo Ferrari (Centro per il libro e la lettura), Claudio Leombroni (Associazione Italiana Biblioteche) e Marco Polillo (Associazione Italiana Editori), moderati da Giovanni Peresson. Un progetto organico di allargamento della lettura di libri costituisce infatti uno dei fatti nuovi di questo 2010 con l’avvio delle attività del Centro per il libro e la lettura. Dopo alcune iniziative come la campagna Se mi vuoi bene regalami un libro”, come si delineeranno le linee guida per il 2011′ E cosa significherà nei prossimi anni fare promozione della lettura (ad esempio ai “nativi digitali”)’ Quale ruolo avranno i “vecchi” (biblioteche) e nuovi soggetti’
L’incontro sarà preceduto dalla proiezione di una serie di filmati e spot pubblicitari sulla promozione del libro e la lettura realizzati da varie istituzioni italiane dagli anni Ottanta a oggi raccolti e montati da Francesca Vannucchi (Osservatorio permanente europeo sulla lettura).”

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.