Più libri più liberi – Dentro i 55mila titoli pubblicati ogni anno. Qual è la situazione in Italia’ E a Roma’ E della piccola editoria’ E delle bibliolibrerie’ Il 7 dicembre alla Fiera della piccola e media editoria a Roma quattro convegni per parlarne

Sarà Più libri più liberi la cornice in cui l’Istat renderà noti (dopo quelli sulla lettura) i dati annuali sulla produzione libraria. La fotografia della situazione ” che in Italia registra oltre 55mila titoli pubblicati ogni anno – costituirà il momento clou di uno dei quattro appuntamenti dedicati al tema Produrre, distribuire, vendere. Forse leggere” intorno al quale si snoderà la seconda giornata della Fiera della piccola e media editoria, in programma come sempre al Palazzo dei Congressi dell’EUR a Roma dal 6 al 9 dicembre. à‰ dedicato infatti all’analisi della produzione editoriale in Italia (e a un confronto con quella internazionale) il primo incontro professionale dal titolo “Troppi libri per pochi lettori'”, a cura di Associazione Italiana Editori (AIE) e Giornale della libreria, in programma il 7 dicembre dalle 10.30 alle 11.45 nella Sala Smeraldo del Palazzo dei Congressi. Ne discuteranno Fabrizio Arosio (Istat), Marcello Ciccaglioni (Librerie Arion), Sergio Fanucci.
Si passerà poi dalla fotografia generale all’analisi del comparto della piccola e media editoria nel secondo appuntamento “Il peso della piccola editoria in libreria” a cura di Giornale della libreria e di Più libri più liberi, in programma dalle 14 alle 15.30, sempre nella Sala Smeraldo del Palacongressi. Lo si appurerà , cifre alla mano, in base ai dati del Gruppo delle librerie Libris a cui si è chiesto di condurre una rilevazione sulla loro realtà di librerie indipendenti, prendendo rigorosamente ed esclusivamente in considerazione i marchi editoriali presenti nell’edizione dello scorso anno di Più libri più liberi. E su questo panel di case editrici verificare così presenza di titoli, copie, rotazione, vendite, ecc. Affronteranno il tema Alberto Galla (Presidente Gruppo Libris), Marco Polillo (Presidente Gruppo Piccoli editori).
Il confronto si trasferirà poi in ambito romano: come ci si procura a Roma i libri da leggere’ Quelli che vengono presentati e discussi – nell’ambito del terzo incontro “I libri che si incontrano per strada: i risultati di un’indagine su librerie, biblioteche lettori ed editori nei comuni della provincia di Roma”, organizzato da Giornale della libreria e di Più libri più liberi e in programma dalle 15.45 alle 16.45 nella Sala Smeraldo – sono i risultati di un’indagine pilota realizzata da AIE, Provincia di Roma, Università di Roma Tor Vergata sui comportamenti di lettura e acquisto da parte della popolazione residente nei comuni della provincia di Roma, sulla struttura di biblioteche, librerie e di punti vendita di cui la popolazione può disporre, sui flussi e gli spostamenti connessi ai consumi culturali e sugli acquisti di libri. Interverranno: Giovanni Peresson (Ufficio studi Aie), Francesca Vannucchi (Università di Roma Tor Vergata), Vincenzo Vita (Assessore alle Politiche culturali, della comunicazione e sistemi informativi, Provincia di Roma).
Sarà dedicato al tema della biblioteche e librerie il quarto appuntamento della giornata dal titolo “”La Bibliolibreria: vendere libri in biblioteca’”” a cura di Giornale della libreria e di Più libri più liberi, in programma dalle 16.45 alle 17.45 nella Sala Smeraldo. Le biblioteche spesso sono infatti l’unico presidio dedicato ai libri in gran parte del territorio nazionale troppo spesso sprovvisto di librerie. E allora perché non immaginare che le stesse strutture bibliotecarie, in collaborazione proprio con i librai, possano ospitare anche aree di vendita oltre al tradizionale servizio di prestito’ Può questa ipotetica Bibliolibreria “” che Biblioteche di Roma ha sperimentato e testato in questi anni in diverse occasioni tra cui proprio in occasione di Più libri – sopperire almeno in parte alla mancanza di librerie in gran parte della provincia italiana’ Ne discuteranno Giulia Rodano (Assessore alla cultura, spettacolo e sport, Regione Lazio), Igino Poggiali (Presidente Biblioteche di Roma), Enrico Iacometti (Più libri più liberi).”

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.