Pioggia di adesioni per il concerto-evento di domenica 26 a Milano per una Legge sulla Musica

Si sta mobilitando il mondo della musica italiana per il concerto-evento che si terrà domenica 26 marzo dalle 19 al Rolling Stone di Milano.
Sul palco di “L’Unione fa la Musica”, la manifestazione voluta e organizzata dagli artisti e dai produttori della nuova scena musicale italiana, saliranno, oltre ai già confermati Roy Paci,
La Crus, Simone Cristicchi, Yo Yo Mundi, Folkabbestia, Super Elastic Bubble Plastic, Pino Marino e Jolaurlo, tra gli altri, artisti come Dolcenera, i Deasonika con Eugenio Finardi, Ameba 4
e Piotta. Insieme ad artisti della nuova scena indies come Marco Notari e tanti altri.
Anche rappresentanti delle maggiori associazioni discografiche prenderanno parte all’iniziativa: Caterina Caselli, Mario Limongelli, Paolo Franchini per la PMI; Giordano Sangiorgi, organizzatore del MEI di Faenza, Luca Fornari per AudioCoop e Beppe Carletti dei Nomadi.
In apertura di serata ci sarà un incontro di Romano Prodi, leader dell’Unione, con gli artisti e i produttori della nuova scena musicale italiana.
“L’Unione fa la Musica” si annuncia quindi come occasione per un confronto fra tutti i protagonisti della nuova scena musicale italiana – tra cui anche giornali, radio, tv e siti internet – a favore di una Legge sulla Musica che offra il giusto riconoscimento culturale agli artisti e agli operatori del settore musicale, incrementi la loro presenza sui grandi media, offra un supporto per i festival e le opere prime musicali realizzate in Italia e per la promozione della musica italiana all’estero.
La serata sarà presentata da Paola Maugeri e sarà animata dai conduttori del programma radiofonico Magazzeno Bis. L’ingresso è libero.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.