Patrimonio culturale: l’attività di recupero nel rapporto 2009

Presentata il 13 gennaio scorso dal Comando dei carabinieri per la tutela del patrimonio culturale l’attività operativa effettuata nel 2009.
Dai dati emerge in particolare una sensibile diminuzione dei furti in generale (- 14,5%), un forte decremento degli scavi clandestini accertati (- 76%), una consistente persistenza del fenomeno della falsificazione (+ 424%), come risulta dall’elevato numero delle persone arrestate per questo reato, un lieve ma significativo aumento dell’attività di contrasto (+ 2%) alle varie tipologie di reati riguardanti il settore dei beni culturali. Nel 2009, analogamente a quanto avvenuto nel 2008, e, comunque, nell’ambito del già indicato trend di riduzione del fenomeno criminoso, le regioni più colpite risultano essere state il Lazio, la Toscana e la Lombardia. In particolare tale generalizzata flessione è particolarmente percepibile in relazione ai furti in danno di privati, con una variazione pari a (- 15,3%) e a quelli in danno di chiese ed istituti religiosi (-11,5%).
I privati e i luoghi di culto si confermano, quindi, come gli obiettivi più sensibili alle aggressioni criminali. Continua anche la positiva tendenza alla riduzione dei furti ai danni di istituzioni museali (-29% circa) mentre risulta evidente la preoccupante persistenza di sottrazioni al patrimonio archivistico e librario, che continua a costituire un fenomeno al quale prestare la massima attenzione. Rispetto al 2008, per quanto riguarda il numero degli scavi clandestini accertati (-76%), l’andamento generale ha visto una notevole diminuzione a livello nazionale, con la Sicilia in cima all’elenco degli avvistamenti seguita dal Lazio e dalla Campania. Nel Rapporto viene inoltre citata l’espansione esponenziale del mercato illecito di beni culturali via web. Nel biennio 2008-2009 sono stati 42.403 i beni, di vari tipo e natura, individuati e sequestrati nel corso di operazioni avviate a seguito del monitoraggio dei siti on-line.
Per maggiori informazioni:
http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/beni_recuperati/index.html
Fonte: www.governo.it

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.