Parte più libri più liberi 2006

Un incontro con il libro, un libero percorso attraverso ogni genere letterario, uno spazio dove incontrare grandi autori, discutere con esperti e scoprire novità editoriali. Questo e molto altro nella quinta Fiera della Piccola e media editoria, ‘Più libri più liberi’ che torna al Palazzo dei Congressi di Roma dal 7 al 10 dicembre con 50 mila libri, 389 espositori da tutta Italia, oltre 200 appuntamenti tra incontri, presentazioni, dibattiti, cui partecipano decine di autori, di studiosi, di personaggi legati al mondo del libro. Un appuntamento realizzato come sempre dall’Associazione Italiana Editori (AIE) con il sostegno del Comune di Roma ‘ Assessorato alle Politiche culturali, oltre al Ministero della Pubblica Istruzione, alla Provincia di Roma, alla Regione Lazio, con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, tradizionali partners della Fiera ai quali si aggiunge quest’anno la Camera di Commercio di Roma. Completano la squadra l’Istituzione Biblioteche di Roma, l’azienda dei trasporti capitolina Atac, e Radio 3 Fahrenheit.

La fiera e il programma
Pluralismo e la varietà sono i pilastri della manifestazione che propone approcci diversi e personali che si affiancano alle proposte degli incontri ‘professionali’, convegni legati agli interessi di operatori e addetti ai lavori. Ogni genere trova nella Fiera il suo spazio e i suoi degni rappresentanti.
Chi subisce il fascino della NARRATIVA non potrà mancare agli incontri con autori di culto come Andrea Camilleri (domenica ore 19-sala Dante), Erri De Luca (sabato ore 15’sala Calvino), e ancora Marco Lodoli e Vincenzo Cerami, senza tralasciare l’appuntamento con il premio Strega Ugo Riccarelli, che dialogherà con Walter Veltroni e l’autore Paolo Di Paolo (sabato alle ore 17 sala Dante). Corrado Calabrò, sino ad oggi affermato poeta, parlerà del suo primo romanzo (sabato ore 16-sala Petrarca) mentre Benedetta Craveri, Melania Mazzucco e Carmine Abbate riceveranno il premio dei lettori Biblioteche di Roma. Particolare attenzione merita l’incontro con il Premio Nobel Wole Soyinka (venerdì ore 19 sala Dante), vincitore della sezione internazionale del premio Biblioteche di Roma.
La Fiera sarà testimone del crescente interesse nei confronti della POESIA, genere sempre più amato soprattutto dal pubblico giovane: ecco allora il senso della ri-scoperta di due grandi poeti del nostro Novecento, Giuseppe Ungaretti e Giorgio Caproni o l’incontro con Maria Luisa Spaziani.
Ad emancipare il GIALLO E IL NOIR dall’appellativo di narrativa di genere per rivendicarne il valore di letteratura a tutti gli effetti saranno Elisabetta Mondello, Giulio Leoni, Maurizio Testa e Claudio Messina. Tra gli appuntamenti sarà anche possibile incontrare Ruben De Luca impegnato a svelare le due facce del serial killer.
Per non venir travolti dagli eventi di una realtà presentata e mediata, come frammentaria, Più libri più liberi allarga i suoi orizzonti sull’ATTUALITà E L’INFORMAZIONE con giornalisti coordinati da Andrea Purgatori e Carlo Freccero. Si ragionerà anche di FILOSOFIA insieme a Gianluca Marletta impegnato in un incontro sul Neospiritualismo, che richiama l’attenzione su un secondo appuntamento con Luigi Lombardi Satriani. L’assegnazione del Premio Nobel allo scrittore turco Orhan Pamuk fornirà lo spunto per parlare in Fiera anche di ALTRE CULTURE con Aldo Maria Valle e le sue Prove di Dialogo con la Turchia. Un’attenzione particolare all’Africa, alla sua letteratura e ai suoi problemi verrà da Paola Cortellesi e Giobbe Covatta, che affiancano la loro attività di comici ad un impegno attivo nel continente nero. Fra gli ospiti da non perdere anche il romanziere di Seattle Charles D’Ambrosio e Lidia Ravera, il sociologo Franco Ferrarotti, il giornalista e critico Goffredo Fofi. La Fiera non trascura il mondo dello spettacolo con il regista Marco Tullio Giordana, l’attore Giuseppe Cederna per arrivare a Nino Frassica, Dario Cassini e finire con Franco Califano. Non mancheranno le sorprese: tra queste l’atterraggio al Palazzo dell’Eur dell’astronauta Umberto Guidoni.

Spazio Blog: il mondo dei libri si confronta con i nuovi media
Oltre il mondo dei libri: quest’anno Più libri più liberi ospiterà un intero programma dedicato all’universo dei blog realizzato in collaborazione con Più Blog, Associazione Culturale Asiciao, Rai Net e Biblioteche di Roma, in cui si discuterà di nuovi media e di come questi interagiscano con il mondo dell’editoria. Blog è la parola del momento e sta ad indicare un virtuale punto d’incontro tra un sito internet e un diario personale attraverso il quale conoscere nuovi autori e nuovi modi di costruire e promuovere il libro. Sarà un mondo tutto da scoprire, grazie anche ai due incontri quotidiani che si svolgeranno in un’area dedicata del Palazzo dei Congressi e saranno strutturati sul modello classico del talk show.

Dove nascono le idee’ Nei libri e/o nella rete, come si alimenta la creatività tra pagine elettroniche e di carta
Dalla civiltà del libro alla società della rete, le opinioni a confronto di ragazzi e giovani adulti, in un dibattito animato da spunti e visioni diverse. Il forum proporrà le opinioni a confronto in un dibattito animato da spunti e visioni diverse tra i ‘conservatori’ della civiltà del libro e gli ‘innovatori’ della società della rete. L’obiettivo è quello di far emergere il concetto di integrazione tra carta e digitale, per un’alleanza attiva a favore della produzione e della circolazione della cultura e quindi delle idee.

Spazio Ragazzi: ecco, tra gli altri appuntamenti, anche le ‘Gocce di voce’ e l’omaggio a Pippi Calzelunghe
Lo scorso anno è stato preso d’assalto da un esercito di bambini e giovanissimi conquistati dalla lettura, dal libro e incantati dalla fiaba da vivere in mostra con disegni e fantasiose interpretazioni. Quest’anno lo spazio, a cura di Biblioteche di Roma, presenta tra gli altri eventi ‘Gocce di voce’ titolo di una mostra, organizzata per Torino Capitale Mondiale del Libro con Roma, di riproduzioni e originali dell’artista italiana Antonella Abbatiello che ha illustrato e curato la grafica dell’omonimo libro, il nuovo albo di poesie e filastrocche scritte da 7 noti scrittori e poeti per l’infanzia. Ma le novità non finiscono qui: in occasione del centenario della nascita dell’ideatrice di Pippi Calzelunghe, Astrid Lindgren, ecco un incontro (giovedì 7 dicembre, ore 12) a cui partecipano tra gli altri Simone Gamberini, Elena Iacucci, Grazia Gotti e Concita de Gregorio nel corso del quale sarà presentato il grande progetto internazionale, a cura del Premio Pippi ‘ Premio Biennale Scrittrici per Ragazzi, La Bussola segna il Nord per celebrare dall’8 marzo 2007 alla stessa data dell’anno successivo la grande scrittrice svedese.

E ancora: dibattiti e confronti professionali sui temi legati al mondo del libro e dei contenuti editoriali
Non è un caso che il convegno di apertura della Fiera si chieda, sin dal titolo, ‘Sono cambiati più i lettori o la promozione della lettura”: prendendo spunto dalle indagini sulla lettura elaborati dall’Istat e dall’Ufficio studi AIE, editori e istituzioni si confronteranno per capire se nei luoghi in cui maggiore è stata l’attività di promozione sia cresciuta la lettura. La Fiera, con un incontro al giorno dedicato ai professionisti del settore, sarà ancora una volta un’occasione unica in cui approfondire i problemi che il settore della piccola e media impresa si trova quotidianamente ad affrontare sia nel suo ‘essere impresa’ che nel suo svilupparsi e crescere, nel suo confrontarsi con le profonde trasformazioni che riguardano il mercato, i canali di vendita e il raffronto tra i vecchi e nuovi media.

Continua (e si amplia) l’avventura oltre confine
Sull’onda del successo dell’edizione passata, in cui furono per la prima volta aperte le porte della Fiera a dieci editori europei, il cerchio si allarga in questa quinta edizione, coinvolgendo anche tre istituzioni culturali straniere: il Québec alla cui produzione letteraria la Fiera rivolge quest’anno particolare attenzione, la Francia e l’Ungheria, che organizza un incontro per presentare una fotografia della letteratura ungherese in Italia. Ad affiancare la loro presenza la rinnovata collaborazione tra Più libri più liberi e l’Istituto Nazionale per il Commercio Estero (ICE) che, in occasione della quinta edizione della Fiera, porterà a Roma editori provenienti da Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda e Portogallo, con l’obiettivo di favorire la conoscenza ‘ e il successivo scambio di diritti – tra gli editori italiani e quelli stranieri.

Le cifre: la piccola e media editoria vale oltre il 30% di quanto fattura complessivamente il canale libreria.
Nel 2005 pesano per oltre il 30% sul fatturato complessivo del canale libreria: chiamateli pure piccoli e medi editori ma il segmento vale oggi qualcosa come 351,6 milioni di euro (con un incremento del valore di fatturato a prezzo di copertina del 7,1% sull’anno precedente). Significa che una quota importante del fatturato della libreria, del suo conto economico e del suo posizionamento passa attraverso la presenza e vendita di titoli pubblicati da piccoli e piccolissimi editori.
Crescita, certo, anche nel numero di titoli pubblicati, cioè di quella che possiamo considerare l’attività di ricerca&innovazione (vera anima di questo importante settore): tra novità e ristampe il settore ha sfornato nel 2005 19.763 titoli, con un aumento del 10,3% sull’anno precedente.
Contribuiscono all’espansione del segmento (+3,7%) anche gli addetti (esclusi collaboratori e consulenti, compresi i proprietari quando lavorano in casa editrice).

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.