Ottimi risultati per la convenzione SIAE-ENPALS

Nel corso del convegno “Norme snelle e moderne a tutela dei professionisti lavoratori intermittenti dello spettacolo:qualcosa sta cambiando'” promosso dal Coordinamento Operatori Spettacolo (C.O.S.) e tenutosi al DISMA, Marco Giovannetti della S.I.A.E. ha riferito degli ottimi risultati che la convenzione SIAE-ENPALS ha raggiunto. Gli sportelli S.I.A.E., presenti in maniera capillare in tutta Italia, sono diventati indispensabili per la gestione della normativa e degli adempimenti previsti a tutela dei lavoratori dello spettacolo: la rete territoriale della SIAE ha attualmente in media contatti con 16.000 imprese.
A circa tre anni dall’inizio della collaborazione della SIAE con l’ENPALS, il livello di coscienza dei propri diritti da parte degli artisti è cresciuto enormemente, in un settore fino a pochi anni fa trascurato (le prime norme previdenziali in materia risalgono al 1947) soprattutto per quegli artisti cosiddetti “intermittenti”, cioè che svolgono le loro prestazioni professionali non in continuità e in diversi luoghi di spettacolo.
Nel corso del convegno è stata formalizzata l’adesione del C.O.S. al CLACS CISL, il sindacato che si occupa dei lavoratori Autonomi del Commercio e dei Servizi. Molti gli intervenuti: da Franco Pagnoni (che ha moderato l’incontro), presidente C.O.S., a Vittorio Di Menno (segretario aggiunto C.O.S.), da Massimo Maldi per l’ENPALS a Paolo Tesi, segretario nazionale CLACS CISL e Urano Borelli dell’Unasp ACLI, a rappresentati di cooperative come Massimo Pontoriero (LA COSA) e Roberto Giovannoni.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.