Oggi a Roma un convegno di Confindustria Cultura Italia e APT sui contenuti digitali

Si svolge oggi 3 ottobre a Roma presso l’Auditorium Parco della Musica il convegno “L’Agenda digitale per lo sviluppo dei contenuti culturali”, organizzato da Confindustria Cultura Italia e dall’Associazione Produttori Televisivi (APT).
L’industria italiana dei contenuti culturali, oltre a essere un fondamentale settore economico del nostro Paese, rappresenta, nei suoi vari segmenti, eccellenze a livello mondiale. Cinema, musica, spettacolo dal vivo, libri, editoria periodica, produzioni televisive, videogiochi, sono la massima espressione culturale del made in Italy: oltre 17mila imprese, che danno lavoro complessivamente a circa 300 mila persone, per un valore aggiunto pari a circa 16 miliardi di euro. L’intero settore sta ormai da tempo affrontando la rivoluzione digitale e la rete rappresenta in quest’ottica un formidabile strumento per facilitare la distribuzione e la fruizione di contenuti culturali.
Delle opportunità per far crescere il mercato dei contenuti on-line si parlerà durante il convegno, che sarà aperto dall’indirizzo di saluto del presidente APT Fabiano Fabiani e sarà introdotto del vice Presidente di Confindustria Alessandro Laterza. Seguiranno le testimonianze di Mario Fontana, responsabile BizSpark Italia – Microsoft e di Paolo D’Andrea, responsabile Servizi Innovativi Telecom Italia, che faranno da premessa al confronto, moderato da Roberto Sommella – condirettore di MF-Milano Finanza – tra i presidenti di ANICA Riccardo Tozzi, FIMI Enzo Mazza, Confindustria Digitale Stefano Parisi e l’amministratore delegato di RaiNet Piero Gaffuri.
E’ previsto l’intervento dell’onorevole Deborah Bergamini, relatrice alla Camera dei deputati del progetto di legge parlamentare sull’Agenda Digitale Italiana.
Chiuderanno i lavori il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Paolo Peluffo e il presidente di Confindustria Cultura Italia e AIE Marco Polillo.
Fonte: www.siae.it

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.