“Nomi a dominio, marchi e diritto d’autore in rete”, il sunto della giornata di studio

Il convegno tenutosi venerdì 8 giugno a Padova su “Nomi a dominio, marchi e diritto d’autore in rete”, organizzato dal Centro Studi Ateneo di Forlì – divenuto ormai un punto di riferimento per gli approfondimenti delle problematiche legate al mondo della rete – è stato un’importante occasione di incontro e discussione sui nomi a dominio e sugli eventuali legami con la disciplina sui marchi e sul diritto d’autore.
Il nome a dominio è assimilabile al marchio’ A esso si può applicare la
legge marchi’ Cosa fare in caso di conflitto nell’assegnazione di un nome a dominio’ Adire le ordinarie vie legali andando incontro alle ben note e patologiche lungaggini della Giustizia’ Giungere a un accordo in via transattiva oppure far ricorso alla nuova procedura della riassegnazione’
Oppure, molto più semplicemente, cambiare nome a dominio’
Sono domande cui è ancora difficile dare una risposta univoca. Dai vari interventi sono emersi differenti approcci e diverse possibili soluzioni da adottare sia nella fase di impostazione del caso sia nella fase finale della decisione dell’autorità competente. A conferma della confusione esistente in materia ci sono le contrastanti e altalenanti decisioni dei giudici di merito.
Tuttavia, dal convegno è emersa l’opinione della adeguatezza degli strumenti giuridici già esistenti, a patto di una loro applicazione più elastica e “fantasiosa”. In tal modo si eviterebbe al legislatore di dettare ulteriori norme, che rischierebbero di essere inadeguate, in campi nuovi e molto settoriali.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.
Precedente Convegno sulle Web Profession e la tutela aziendale nel web
Prossimo Quanto influisce il diritto d’autore sui prezzi del CD’
Exit mobile version