Nascono le prime Rappresentanze regionali dell’Associazione Italiana Editori (AIE): Campania, Piemonte e Toscana sono le prime regioni ad ospitare una struttura di decentramento operativo di AIE

Nascono le prime Rappresentanze regionali dell’Associazione Italiana Editori. Sono la Campania, il Piemonte e la Toscana le prime regioni ad “ospitare” una struttura di decentramento operativo di AIE sul territorio. Lo ha deciso il Consiglio generale dell’AIE, sostenendo la volontà espressa dalle case editrici socie con sede nelle tre regioni, che hanno anche eletto propri delegati regionali: Mario Guida (Guida) per la Campania, Walter Martiny (Centro Scientifico Editore) per il Piemonte e Mario Curia (Mandragora) per la Toscana.
Le Rappresentanze costituiranno un vero e proprio “avamposto” dell’AIE sul territorio, in grado di affermare il ruolo e le istanze dell’Associazione e degli editori anche in ambito locale, dove sempre più si assiste allo sviluppo da parte degli Enti Territoriali di provvedimenti, iniziative e attenzioni riferite al settore editoriale e al mondo del libro. Al tempo stesso contribuiranno alla definizione delle politiche dell’Associazione, evidenziando le peculiarità della realtà locale, e sosterranno AIE nella realizzazione di nuove iniziative di promozione.
“Si tratta di un passo decisivo per l’Associazione ” ha sottolineato il presidente di AIE Federico Motta. – Questo aprirà una prospettiva diversa nei rapporti con le Istituzioni, consentendo ad AIE di dialogare in modo più diretto ed efficace con gli Enti locali attraverso l’esperienza e la conoscenza degli editori presenti sul territorio, dando voce e forza anche agli stessi editori in ambito locale”.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.