Home » News » Attualità » Musica, nuovi media e legalità: con Note Legali a Conegliano oltre 300 studenti per l’iniziativa Play Music

Musica, nuovi media e legalità: con Note Legali a Conegliano oltre 300 studenti per l’iniziativa Play Music

Un incontro rivolto agli studenti delle scuole medie superiori, per spiegare loro l’importanza del lavoro nella musica, dell’utilizzo consapevole dei nuovi mezzi di comunicazione, e del rispetto della legalità nel settore musicale. Organizzato per il quarto anno consecutivo dall’Associazione Vivere la Cittadinanza in collaborazione con l’Associazione no profit Note Legali, l’incontro si è svolto lo scorso 5 dicembre al Teatro Toniolo di Conegliano Veneto, ed ha coinvolto oltre 300 studenti provenienti dal Liceo Statale e Privato e dagli Istituti Tecnici IPSIA, ITIS e Scuola Enologica.

Dal palco, il presidente di Note Legali Andrea Marco Ricci ha spiegato ai ragazzi le caratteristiche e il valore della professione svolta da musicisti, autori e creativi in genere, soffermandosi in particolare sull’importanza del diritto d’autore. Inoltre, ha illustrato i principali sistemi per l’utilizzo e la condivisione legale di musica, e le sanzioni per chi scarica illegalmente. A testimoniare direttamente i vari aspetti della professione Andrea Nardinocchi, artista e autore bolognese affermatosi al grande pubblico con la partecipazione a Sanremo Giovani nel 2013, che ha raccontato agli studenti la sua esperienza nel mondo della musica.

Per approfondire le tematiche riguardanti i nuovi mezzi di comunicazione e i rischi che da essi possono derivare sono intervenuti inoltre Tommaso Palumbo, Primo Dirigente del Compartimento di Polizia Postale e delle Comunicazioni del Veneto, Antonio Piva, Presidente AICA Nord Est – Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico, e Giuliano Grillo, consulente e professionista informatico. A coordinare l’incontro la Dott.ssa Alessandra Fardin, presidente dell’Associazione Vivere la Cittadinanza, organizzatrice dell’evento.

Gli studenti coinvolti si sono dimostrati interessati agli argomenti trattati, e particolarmente incuriositi dalla conoscenza dei sistemi legali di condivisione musicale, a testimonianza del fatto che una buona educazione alla legalità permette di sensibilizzare i consumatori di oggi e di domani verso un utilizzo corretto dei media ed una adeguata valorizzazione della creatività, patrimonio inestimabile del nostro Paese.

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.