Mogol, no a prelevamento diritti degli autori. Paoli e Vaime, diritti d’autore nostro stipendio

“Il nostro Paese attraversa un momento economicamente difficile e siamo tutti pronti attraverso le tasse a contribuire come sempre alle necessità collettive, ma un prelevamento del 10% dei diritti degli Autori ed Editori direttamente dalla Siae ci sembra illegittimo e non giustificabile in alcun modo”.
Con queste parole Mogol commenta quanto contenuto nella lettera inviata dalle associazioni degli autori al ministro dell’economia Tommaso Padoa Schioppa per protestare contro la richiesta di far versare alla Siae un contributo di 20 milioni di euro derivanti dai diritti.
“Siamo certi che il Governo rifletterà profondamente sulla opportunità di questa azione – prosegue Mogol – che produrrebbe un suo grave discredito in considerazione dell’illegittimità dell’atto che oltretutto colpirebbe un settore in gravissima crisi che si sta riflettendo da anni sulla qualità della cultura popolare del nostro Paese.”
“Mi sembra un esproprio. – commenta Gino Paoli – La SIAE amministra soldi di privati, degli autori italiani e stranieri (lavora per reciprocità con le Società d’autori di tutto il mondo).Come penserà il governo di far pagare agli autori le loro tasse personali se li deruba dei loro guadagni’ Non pensa il governo che sarebbe meglio ridurre le spese (cosa che non è stata fatta se non in minima parte) piuttosto che mettere in crisi un’istituzione come la SIAE, che protegge concretamente, non a parole, la cultura’ Cultura, che ora non solo viene ignorata, ma anche ferita con un prelievo scorretto”.
“Si tratta dei nostri compensi. – ribadisce Enrico Vaime – Noi lavoriamo e la SIAE riscuote per noi il frutto del nostro lavoro, i diritti sono il nostro stipendio. Perché dovremmo all’improvviso dare i nostri compensi al Ministro Padoa Schioppa’ La domanda è brusca come lo è stata la sua, solo che la nostra è motivata.”

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.