Milano: SIAE e Guardia di Finanza contro l’illegalità nel settore degli apparecchi da divertimento

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Sesto San Giovanni, con la collaborazione della Sede della SIAE di Milano, nell’arco di due intere giornate di interventi congiunti, il 23 e il 25 gennaio scorsi ha effettuato una serie di controlli agli apparecchi da divertimento installati nei bar di diversi comuni dell’alto milanese, tra i quali Carugate e Vimodrone. Nell’occasione è stato anche verificato il rispetto delle disposizioni contenute nel D.L. 13/09/2012 n. 158, convertito in L. 8/11/2012 n. 189, in tema di divieto del gioco per i minori o svolto in prossimità degli istituti scolastici primari e secondari, controllando, fra le altre cose, che fossero presenti avvisi contenenti formule di avvertimento sul rischio di dipendenza dalla pratica di giochi con vincite in denaro.
Prosegue così la positiva cooperazione tra la SIAE e le Forze dell’Ordine nelle azioni di contrasto all’utilizzo illegale degli apparecchi da divertimento e intrattenimento.
La SIAE, in base a un preciso accordo con l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato (AAMS), ora Agenzia delle dogane e dei monopoli (ADM), effettua periodici controlli degli apparecchi da gioco nei pubblici esercizi (bar, pub, ristoranti, stabilimenti balneari, alberghi ecc.), grazie alla sua capillare organizzazione operante sull’intero territorio nazionale.
Il compito della SIAE è quello di acquisire gli elementi utili al controllo degli apparecchi da divertimento e di verificare il rispetto degli obblighi sulla utilizzazione lecita degli stessi, segnalando tempestivamente all’AAMS (ADM) e alle Forze dell’Ordine le irregolarità riscontrate.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.