L’industria discografica e del cinema insieme per aiutare gli utenti Internet ad utilizzare musica e film legalmente

Tutti coloro i quali desiderano usufruire di musica e film tramite Internet, hanno a disposizione oggi un nuovo software gratuito, che consente loro di operare legalmente.
DFC – Digital File Check – è un’applicazione che si propone di proteggere gli utenti Internet permettendo loro di usufruire di file musicali e opere cinematografiche senza incorrere in potenziali illegalità . Il software consente infatti di rimuovere o bloccare eventuali programmi di file-sharing, spesso utilizzati per distribuire senza alcuna autorizzazione file tutelati dal diritto d’autore.
DFC è stato sviluppato da IFPI – Federazione Internazionale dell’Industria Discografica – in collaborazione con MPA (Motion Picture Association) – Associazione Mondiale dei Produttori Cinematografici. Sarà disponibile on-line e distribuita su Cd in Danimarca, Finlandia, Germania, Italia, Olanda, Spagna, Svezia e Regno Unito.
John Kennedy, Presidente e Amministratore Delegato di IFPI, ha definito DFC come uno strumento educativo. “Si tratta – spiega – di un’applicazione nata allo scopo di facilitare la condivisione di file in modo legale e responsabile. E’ un progetto molto importante che si inquadra all’interno della campagna di sensibilizzazione contro il file-sharing illegale. DFC è di facile utilizzo sia per utenti privati, ad esempio le famiglie che desiderano una navigazione in Internet sicura per i loro figli, sia per aziende che devono preservare le proprie reti da possibili accessi non autorizzati”.
DFC ha un utilizzo gratuito e non trasmette assolutamente alcuna informazione ad organizzazioni antipirateria. Può essere scaricato in lingua italiana sui siti www.pro-music.it e www.fapav.it . La versione in lingua inglese è possibile invece trovarla sui siti www.ifpi.org www.mpaa.org www.ivf-video.org . E’ possibile richiedere il software anche su supporto CD scrivendo all’indirizzo mail [email protected]

Guida al Rispetto del Diritto D’autore per Imprese e Istituzioni
FAPAV e FPM presentano una nuova guida dedicata al mondo delle Imprese e delle Istituzioni, nata allo scopo di evidenziare i potenziali rischi connessi alla violazione del diritto d’autore attraverso l’utilizzo improprio delle grandi reti aziendali.
La guida verrà distribuita in Danimarca, Finlandia, Germania, Italia, Spagna, Repubblica Ceca, Svezia e Thailandia.
L’obiettivo di questa iniziativa è quello da un lato mettere in risalto i rischi legati alla sicurezza informatica ( nel caso i dipendenti utilizzino reti aziendali per condividere musica e file di vario genere illegalmente), dall’altro evidenziare le responsabilità legali connesse a tali attività , considerate illecite a tutti gli effetti. In particolare si potrebbe incorrere in denuncie penali che prevedono pesanti sanzioni o in denuncie da parte dei titolari dei diritti.

Un altro passo educativo sulla legalità alla musica on-line
DFC e la Guida al Rispetto del Diritto D’autore per Imprese e Istituzioni si inquadrano in una serie di iniziative educative legate alla musica on-line e al corretto uso del file-sharing. Vengono dopo infatti il lancio della campagna ” I giovani, la Musica e Internet” promosso da Childnet International nel giugno scorso che non solo metteva in luce i rischi legati al file-sharing ma anche potenziali contenuti “pericolosi” generati dalla condivisione illegale di file.
Siti dove è possibile scaricare il DFC e visionare la Guida, in lingua italiana:
www.pro-music.it www.fapav.it

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.