L’editoria italiana presenta i dati del comparto aggiornati al 2004

Martedì, 20 luglio, conferenza stampa di presentazione a Milano, allo Spazio Sironi (ultimo Piano del Palazzo dell’Informazione), alle 11.30: saranno illustrati il programma e i dati aggiornati al 2004 del comparto dell’editoria libraria.

Parte dal mondo dei libri ma coinvolgerà l’intero universo dei contenuti: una “due giorni” di confronto e di discussione, promossa dall’Associazione Italiana Editori (AIE), per valutare insieme le strategie in grado di far crescere la domanda di lettura e l’offerta di cultura, valorizzando la consolidata tradizione del libro e le potenzialità e versatilità di tutti i mezzi di produzione e diffusione di contenuti oggi disponibili, ciascuno con le proprie peculiarità . E tutto a partire dalle cifre, che evidenziano il peso economico e la particolare funzione “politica” del settore del libro, riconfermandone la centralità (legata alla lunga tradizione) rispetto allo sviluppo e alla diffusione delle idee.
Qualche anticipazione’ Se si pensa a quanto pesa il comparto dell’editoria libraria si scopre che rappresenta il 31% del mercato dell’industria dei contenuti (tv escluse). Non solo. Se si presta attenzione alle politiche di allargamento del mercato della lettura si evidenzia che nel 2002 (‘anno 1’ del fenomeno libri più quotidiani) la crescita dei lettori è stata solo del +1,1%. E che quindi, per una riforma strutturale, non sono sufficienti agli attuali ‘fenomeni editoriali’, ma occorre prendere in esame seriamente anche il mondo della scuola e della formazione e quello delle biblioteche.
Nasce così “Più cultura, più lettura, più Paese”, con l’ambizioso sottotitolo di Stati Generali dell’Editoria: una sorta di Assise generali per capire a che punto è, e soprattutto in che direzione sta andando, non solo il settore dell’editoria libraria ma tutto il mondo della cultura.
L’appuntamento ‘ in programma il 14 e 15 settembre a Roma nella Sala dello Stenditoio del San Michele a Ripa ‘ vedrà a discuterne gli editori, della carta stampata e non, nella loro duplice veste di imprenditori e promotori di cultura. Ma pure esperti dei diversi settori, membri del Governo, responsabili di amministrazioni nazionali e locali, politici, economisti, giornalisti, esperti del mondo dei media, riuniti per approfondire i nodi cruciali del progetto: in particolare, i temi dell’istruzione – formazione, della promozione del libro e della lettura e della sinergia tra editoria libraria e altri media.
L’evento sarà presentato dal presidente dell’AIE Federico Motta martedì, 20 luglio, alle 11.30 a Milano allo Spazio Sironi (ultimo Piano del Palazzo dell’Informazione ‘ Piazza Cavour 2) nel corso di una conferenza stampa. I vice presidenti Ferruccio de Bortoli e Roberto Gulli e il consigliere Stefano Mauri illustreranno le tre sessioni in cui l’evento è articolato.
Questa sarà anche l’occasione per presentare i dati aggiornati del settore, con le luci e ombre del comparto, che costituiranno la base di lavoro per la discussione di settembre.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.