L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni pubblica la Relazione annuale sull’attività svolta

Sul sito dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni è stata pubblicata la Relazione annuale sull’attività svolta e sui programmi di lavoro 2009.
Il presidente dell’Authority Corrado Calabrò, nella sua “Presentazione” della Relazione ricorda le vicende principali sulle quali si è concentrata l’attività dell’Agcom ovvero il riassetto del settore televisivo e la ristrutturazione dell’accesso nelle telecomunicazioni sottolineando come il passaggio alla tv digitale sia l’occasione per il riordino del settore.
Anche la radio potrà sperimentare il passaggio al digitale grazie alla disponibilità di nuove frequenze e a breve termine l’Autorità approverà il nuovo regolamento in accordo con gli operatori. Altri temi che affronta la Relazione sono la situazione dell’editoria e delle telecomunicazioni, anche in relazione allo scenario internazionale. Un aspetto da implementare è la diffusione della banda larga e delle reti wireless e l’approccio alle nuove tecnologie degli utenti italiani.
L’Authority ha inoltre approvato, con la delibera 60/09/CSP, il regolamento concernente i criteri di attribuzione di quote di diritti residuali derivanti dalla limitazione temporale dei diritti di utilizzazione televisiva acquisiti dagli operatori radiotelevisivi.
Fra gli argomenti trattati anche la definizione del format televisivo per il quale “si ritiene valida la definizione in uso presso la SIAE che lo individua nelle opere dell’ingegno aventi struttura originale ed esplicativa di una produzione audiovisiva e compiuta nell’articolazione delle sue fasi sequenziali e tematiche, idonea ad essere riprodotta in un programma radiotelevisivo, immediatamente o attraverso interventi di adattamento o di elaborazione o di trasposizione, anche in vista della creazione di multipli.
Tale definizione infatti risponde alle esigenze rappresentate da costante giurisprudenza di merito che l’opera, ai fini della sua tutelabilità presenti elementi sufficienti di originalità e creatività “.
http://www.agcom.it/
Fonte: SIAE

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.