La S.I.A.E. intensifica l’attività antipirateria

Oltre 150 mila cd e dvd illegali del valore di un milione di euro, sequestrati insieme alle 13 autovetture utilizzate per il loro trasporto, 50 denunce e 20 arresti: questi i dati dell’operazione antipirateria conclusa il 26 novembre a Roma dalla Guardia di Finanza – Comando Gruppo Aeroporti di Fiumicino.
Gli accertamenti tecnici dei Servizi Antipirateria della S.I.A.E. hanno rilevato che il materiale sequestrato è stato realizzato con impianti professionali d’avanguardia. E’ stata così sgominata, dopo un anno di indagini, un’organizzazione criminale specializzata nella riproduzione illegale di cd e dvd contenenti le ultime novità discografiche e cinematografiche, diffusi in contemporanea con la loro distribuzione ufficiale.
“Per combattere questo fenomeno che, oltre ai danni causati agli autori e agli editori, sottrae ogni anno migliaia di posti di lavoro all’industria culturale – ha dichiarato il direttore generale della S.I.A.E. Gianni Profita – abbiamo intensificato l’attività di contrasto alla pirateria in tutti i settori, da quello librario a quello musicale e videografico (compresi i giochi per play station) coadiuvando il lavoro fondamentale di tutte le Forze dell’Ordine.”
Negli ultimi due mesi, i controlli effettuati presso alcune copisterie e librerie universitarie hanno portato al sequestro di molti testi integralmente fotocopiati, in violazione della normativa vigente, che consente la riproduzione di opere tutelate solo per uso personale ed entro i limiti del 15 di ciascun volume.
Nel corso di alcune operazioni contro la pirateria musicale, sono stati sequestrati circa 9000 files musicali in formato mp3, oltre 5.000 dvd e 6000 cd destinati all’abbinamento editoriale a pubblicazione distribuite in edicola, ma illecitamente venduti sulle bancarelle.
Inoltre, presso alcune videoteche, nell’ambito di operazioni contro la pirateria cinematografica, sono stati sequestrati diversi impianti usati per la riproduzione dei film e centinaia di videocassette illegali con bollini S.I.A.E. contraffatti.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.