Italian Music Award, nasce l’Oscar della musica italiana

Ha preso il via nei giorni scorsi, con l’invio delle schede di votazione ad una giuria di 400 esperti e consumatori di dischi, il conto alla rovescia per il primo Award della musica italiana.

Lanciato da FIMI, Federazione industria musicale italiana, l’evento si terrà il 5 febbraio prossimo in una serata esclusiva. Dodici le categorie premiate, delle quali nove italiane, migliore album, migliore singolo, migliore artista donna, migliore artista uomo, migliore gruppo, migliore rivelazione, migliore videoclip, migliore tour, migliore artista dance, e tre internazionali, migliore artista donna, migliore artista uomo e migliore gruppo.

Ai primi di gennaio saranno rese note le cinque nomination per ogni categoria e l’Academy dei giurati voterà nuovamente proclamando il vincitore.

Il meccanismo di votazione, certificato dalla società di revisione PricewaterhouseCoopers, ha coinvolto 400 giurati dei quali 300 composti da 50 discografici, 50 giornalisti, 50 deejay, 50 tra managers e produttori, 100 commercianti di dischi e 100 consumatori di musica italiani. La giuria, i cui nomi sono stati scelti dal certificatore tra una rosa di centinaia di candidati, vota gli artisti che hanno pubblicato un disco entrato poi in classifica nelle diverse categorie durante il periodo 1 dicembre 1999 – 30 novembre 2000.

L’Award italiano sarà il primo evento ad aprire la stagione dei premi in Europa nel 2001. Per le prossime edizioni è prevista anche la realizzazione di un Award per la musica classica e per la musica jazz.

FIMI, Federazione industria musicale italiana rappresenta oltre 100 aziende tra le quali le maggiori aziende del settore e più di novanta etichette indipendenti.

Per maggiori informazioni
Ufficio stampa FIMI
02-795879

La redazione – Fonte: FIMI

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.