Internet e musica vanno insieme

I dati di Nielsen/Netratings sull’utenza internet in Italia confemano la profonda sinergia si è instaurata tra il Web e la musica. Il settore dei siti musicali cresce del 13% in aprile. Secondo i dati Virgilio si dimostra un buon driver di traffico: è il primo sito musicale ad aprile con 310 mila visitatori, il 37% dei quali di età compresa tra i 12 ed i 24 anni.
Buone performance sono realizzate dal sito di radio deejay, che raccoglie intorno a sé 267 mila appassionati nel mese (+16% da marzo), da rockol.it, 165 mila utenti (+101% da marzo). In questo ambito continua la penetrazione dell’audience Internet italiana di kazaa.com, che nell’ultimo anno mette a segno una crescita del 103%. Soprattutto tra un pubblico giovane: dei 668 mila utenti che hanno visitato il sito ad aprile, il 28% è tra i 18 ed i 24 anni.
Il fenomeno del file sharing è legato a doppia corda con quello della banda larga, indicazione già emersa anche in occasione della diffusione della Guida di FIMI ed FPM a scuole ed aziende per invitarle a limitare la diffusione di brani protetti da copyright tramite le reti aziendali. Al termine della campagna aliceadsl.it, Telecom consolida la base utenti ad aprile con 248 mila visitatori.
Il mercato delle connessioni ad alta velocità è in fermento. Ad aprile è stata lanciata una nuova offerta online, quella di Wind: il sito dedicato canonezero.it raggiunge 172 mila visitatori nel suo primo mese di vita.
Nel frattempo Dirittodautore.it raggiunge in aprile il record di accessi: + 53% rispetto all’aprile 2002.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.