Il 23 aprile la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore

Il 23 aprile si festeggia ogni anno in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore celebrata dall’UNESCO sin dal 1996, nel giorno dell’anniversario della morte di tre fra i più grandi autori della letteratura mondiale (Miguel de Cervantes, William Shakespeare e Garcilaso de la Vega) e in corrispondenza della festa di San Giorgio, quando in Catalogna per ogni libro venduto si regala tradizionalmente una rosa. Quest’anno la Giornata assume un significato ancora maggiore, poiché il libro e l’industria editoriale collegata al diritto d’autore costituiscono uno degli attori principali nella protezione e nella promozione della Diversità Culturale in tutto il mondo, nonché uno dei più importanti mezzi di dialogo interculturale nel 2010 “Anno internazionale del riavvicinamento delle culture”. Con questo invito la Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO promuove manifestazioni e incontri in tutta Italia e una tavola rotonda per la presentazione del nuovo volume della Collana UNESCO di Armando Editore, che costituirà , nella Capitale, l’evento centrale della Giornata.
L’incontro del 23 aprile per la presentazione del libro “La fine delle culture nazionali. Politiche culturali di fronte alla diversità” a cura di Luà­s Bonet ed Emmanuel Négrier, collana UNESCO di Armando Editore, è organizzato dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO in sinergia con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per le Biblioteche, gli Istituti Culturali e il Diritto d’Autore, Il Centro per il Libro e la Biblioteca Casanatense e si terrà a partire dalle ore 16.00 presso la Biblioteca Casanatense – Roma.
Durante l’incontro, al quale parteciperanno il Prof. Giovanni Puglisi, Presidente della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, il Dott. Maurizio Fallace, Direttore Generale MIBAC- Direzione Generale per le Biblioteche, gli Istituti Culturali e il Diritto d’Autore, il Prof. Giuseppe Benelli, Presidente della Fondazione Città del Libro, l’Avv. Giorgio Assumma, già Presidente della Società Italiana degli Autori e degli Editori (SIAE), la Prof.ssa Danielle Gattegno Mazzonis, Membro della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, i relatori prenderanno le mosse dal volume di Bonet e Négrier per riflettere insieme sul rapporto tra le politiche culturali nazionali e le sfide imposte dalla globalizzazione economica e culturale, soprattutto a partire dal nuovo paradigma concettuale e normativo costituito dalla Convenzione UNESCO sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali del 2005.
In effetti, nell’attuale “società della conoscenza”, in cui la produzione culturale assume sempre più i caratteri di una vera e propria industria e rivendica a sé il ruolo di uno dei principali motori dello sviluppo economico nelle società occidentali, diviene assolutamente necessario interrogarsi sul nuovo ruolo della cultura nell’ambito delle politiche economiche e del mercato globale e riflettere sulla cultura come parte del mercato e, al tempo stesso come essa contribuisca a scrivere, del mercato, nuove regole, rispettose delle identità , delle credenze e delle culture proprie e altrui, regole che tengano conto della condizione di privilegio dei paesi sviluppati e delle fragilità delle economie in via di sviluppo, regole in grado di condurre l’uomo e il pianeta verso uno sviluppo finalmente sostenibile (dalla Prefazione del Prof. G.Puglisi, Presidente Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO).
Nell’ambito delle manifestazioni organizzate per celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore sotto l’egida della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, molteplici le suggestioni che hanno permesso di organizzare numerosi eventi.
Si segnalano le visite guidate all’Insula Sapienti e organizzate dalla Camera dei Deputati, il Senato della Repubblica, la Biblioteca Casanatense e il Convento domenicano della Minerva (23 aprile), mentre il Ministero dell’Economia e delle Finanze-Biblioteca e Ufficio di documentazione del Dipartimento del Tesoro propone l’esperienza di una bibliografia virtuale con l’iniziativa “Il libro come avvicinamento e dialogo tra culture” (21-30 aprile).
Il 14 aprile il Goethe-Institut ha organizzato presso il proprio Auditorium un convegno internazionale nell’ambito del progetto “BooX – Accelerare il contatto tra libri e nuove generazioni”, che segue il seminario internazionale dell’8 aprile promosso dallo stesso Istituto insieme all’Università Roma Tre – Facoltà di Scienze della Formazione “Apprendimento 2.0 nella biblioteca scolastica”.
La SIAE – Burcardo organizza visite guidate alla Biblioteca e Museo teatrale del Burcardo – Roma (23 aprile).
La Provincia di Roma ha organizzato tra marzo, aprile e maggio 2010 diverse iniziative: una mostra bibliografica itinerante dal titolo “Così vicine così lontane. Tate, colf e badanti” che si terrà a Tivoli; il seminario “Itagliani. Seminario creolo. Ciclo di incontri sulle scritture migranti” – Roma; il progetto Culture incentrato sulla percezione della figura femminile nelle diverse culture e “circoli di lettura” sul tema nonché il progetto “Biblioteche del mondo – Lo scaffale interculturale”, tutti progetti che vedranno impegnate diverse biblioteche della provincia di Roma.
Tra aprile e maggio, il Comune di Roma promuove nelle varie biblioteche e centri culturali della Città eventi incentrati sul tema “Contaminazioni interculturali: parole, canti, musica, immagini”, e in particolare si segnala l’iniziativa “Leggere è conoscersi” (23 aprile).
Sempre il 22 – 23 aprile le “Scuole in Rete della Baronia” organizzano a Castel Baronia un convegno dal titolo “L’esperienza studiosa: per un sapere critico e creativo”. Si segnala la mostra documentaria “Noi per l’altro”, realizzata dalla Biblioteca di Area Umanistica dell’Università Roma Tre (23 aprile-14 maggio) e quella bibliografica “Ti guardo e ti leggo” della Biblioteca di Area di Scienze della Formazione della stessa Università (23 aprile ” 24 maggio).
Si ricorda l’iniziativa della La Biblioteca Statuario – Roma che il 24 aprile organizza un laboratorio e una mostra dove varie letture incentrate sui colori e sulle loro infinite combinazioni – metafore della ricchezza della diversità etnica, linguistica e culturale e del dialogo interculturale – offriranno l’occasione per “costruire un libro”.
Ma soprattutto nella giornata del 23 aprile la MIBAC-Direzione Generale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Liguria presenterà in una conferenza stampa la nuova sede della Biblioteca Universitaria di Genova nell’ex hotel Colombia Excelsior.
Numerosissime le iniziative per celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore il 23 aprile e nei giorni vicini grazie all’adesione della rete di istituzioni italiane e all’estero, enti, scuole, biblioteche, organizzazioni ed associazioni che ogni anno si attiva sotto l’egida della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO: il centinaio di eventi distribuiti uniformemente su tutto il territorio nazionale testimoniano infatti l’impegno per valorizzare il libro come strumento insostituibile capace di unire popolazioni e generazioni diverse e permettere il fluire di pensieri liberi, contribuendo all’avvicinamento delle culture e a formare una società globale orientata alla reciproca conoscenza, tolleranza e all’interculturalità .
Le tipologie di attività che promuoveranno il libro sono di ogni tipo: si passa dai convegni alle conferenze e tavole rotonde, rivolte a un pubblico adulto, alle letture animate dedicate ai più piccoli, dalle mostre alle inaugurazione di nuove biblioteche, dalle maratone di lettura al book crossing alle “elezioni librarie”, dalle fiere e presentazione di libri ai prestiti di libri a “scatola chiusa”, dalle visite guidate alla messa in scena di opere letterarie attraverso il teatro e il cinema e le contaminazioni musicali.
L’elenco delle manifestazioni è in continuo divenire: fervono i lavori di organizzazione e gli invii quotidiani di nuove iniziative da realtà che vogliono essere presenti alle celebrazioni. Per l’elenco completo e aggiornato delle iniziative, si invita a seguire il sito della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO all’indirizzo http://www.unesco.it

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.