Il 21 giugno a Milano la quinta edizione di Editech, la Giornata di AIE dedicata all’innovazione in editoria

Cambiano a livello internazionale i comportamenti di lettura dei libri digitali. Cresce, infatti, e in modo significativo, la preferenza per i cosiddetti device multi-funzione, tablet e smartphone, che passano dal 13% dello scorso anno al 24% del maggio 2012. In America un acquirente di libri digitali su quattro insomma sceglie in primis il tablet per leggersi gli e-book. Sono questi solo i primi indicatori di scenario, basati sui comportamenti di lettura e acquisto dei consumatori statunitensi, che Angela Bole del Book Industry Study Group americano (BISG) presenterà a Editech 2012, la Giornata internazionale di studio e approfondimento organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE) per far conoscere agli operatori, ancor prima che al grande pubblico, le tendenze in atto e le prospettive nell’ambito dell’innovazione tecnologica nel settore editoriale.
La tendenza sembra investire, anche se con dinamiche un po’ diverse, pure l’Italia se si considera che, in base ai dati Assinform 2012, il Global Digital Market vede in crescita tablet (+124,8%), smartphone (+33,6%), contenuti digitali (+5,8%) e vede un’impennata di e-reader (+718,8%).
Editech 2012 si concentrerà proprio su cosa cambia e cosa resta nel lavoro dell’editore, oggi impegnato tra pagine di carta, schermi digitali e contenuti sulle nuvole (on cloud).
L’appuntamento ” in programma giovedì, 21 giugno, a partire dalle 9 a Milano al Palazzo delle Stelline (corso Magenta, 61) – vuole fornire una fotografia aggiornata, a livello internazionale e nazionale, sull’impatto che le tecnologie possono avere per le case editrici, non solo in base a come cambiano i comportamenti di acquisto e di lettura dei consumatori, ma anche i mutamenti in atto nei processi produttivi e nel mercato dell’editoria libraria.
Il programma_La Giornata, introdotta da un saluto del presidente di AIE Marco Polillo e dell’assessore all’Istruzione, Formazione e Cultura della Regione Lombardia Valentina Aprea, si aprirà con gli interventi sullo scenario internazionale e sulle possibile ricadute italiane di Michael Healy del Copyright Clearance Centre e di Angela Bole del BISG. Spazio quindi alle nuove forme di libro digitale e ai nuovi testi, cosiddetti fluidi, multi-device e multi”piattaforma (ne parleranno Ana Maria Allessi di HarperMedia, James Atlas per Amazon Publishing e Craig Mod di Pre/Post Book), a come si progettano i prodotti-libro al tempo dell’agile publishing (ne parleranno, tra gli altri, Kristen McLean di Bookigee, Luc Audrain per Hachette), a come ripensare il marketing per i prodotti digitali (ne parlerà , tra gli altri, Hermes Piqué di Robotmedia). Ma soprattutto spazio al ruolo dell’editore: in tempo di disintermediazione, di self publishing, di agile publishing, chi è quindi e cosa fa l’editore’ Ne discuteranno Riccardo Cavallero di Mondadori, Massimo Turchetta di Rcs Libri, Stephanie Duncan di Bloomsbury e Michael Mabe ” STM Association.
Il 22 giugno, sempre a Milano, seguiranno due seminari, organizzati da AIE in collaborazione con il TOC (Tools of Change for Publishing) sulle potenzialità dell’HTML5 e dell’EPUB 3 (dalle 9,30 nella sede AIE di Milano) e sui libri digitali di qualità (Fondazione Mondadori, Milano).
Editech è a cura di AIE, con il patrocinio della Regione Lombardia – Assessorato all’Istruzione, Formazione e Cultura. Partner dell’evento sono: FEP – Federazione europea degli editori, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, IDPF International Digital Publishing Forum, Informazioni Editoriali. Il programma dettagliato di Editech 2012 e dei seminari è in allegato.
Twitter all’indirizzo @Editech2012 e su Linkedin http://linkd.in/M707pc
Tutto il programma su www.editech.info

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.