HP deve pagare un compenso antipirateria per i masterizzatori in Germania

Hewlett-Packard è la prima azienda produttrice di masterizzatori in Germania a essere condannata al pagamento di un compenso forfettario a GEMA, la società tedesca di autori ed editori, quale rimborso per le copie illegali materiale protetto da copyright.
La sentenza del giudice obbliga HP a un risarcimento di 3,6 marchi per tutti i masterizzatori fin qui venduti e di dodici marchi per ogni masterizzatore venduto da questo momento in poi.
Gli analisti pensano che grazie questa decisione gli altri paesi Europei possano adottare una regola simile, che permetterebbe agli autori e agli editori di ottenere una parte di quei compensi persi a causa delle nuove tecnologie, stimati in oltre cinque miliardi di dollari lo scorso anno.

La redazione – Fonte: Usa Today

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.