Home » News » Attualità » Grande successo per la campagna “Se mi vuoi bene il 23 maggio regalami un libro”, targata AIE e Centro per il Libro e la Lettura.

Grande successo per la campagna “Se mi vuoi bene il 23 maggio regalami un libro”, targata AIE e Centro per il Libro e la Lettura.

Il 12% di libri in più venduti nelle librerie di catena nella settimana che è culminata nella Giornata nazionale per la promozione della lettura del 23 maggio rispetto allo stesso periodo del 2009. Chiude forte di questo successo la campagna di comunicazione “Se mi vuoi bene il 23 maggio regalami un libro”, promossa dal 16 al 23 maggio dal Centro per il Libro e la Lettura e Associazione Italiana Editori (AIE), in collaborazione con l’Associazione Librai Italiani e il supporto di Anci e Upi.
Secondo i primi dati elaborati e forniti da Nielsen BookScan Italia, nel week end – in due soli giorni e in particolare domenica 23 maggio, Giornata nazionale per la promozione della lettura – si sono venduti nelle librerie di catena 219.835 libri contro i 153.482 dello stesso week end del 2009. A cui andranno aggiunti, non appena arriveranno, i dati delle librerie non di catena e di Internet. Numeri (non definitivi) che indicano comunque l’impatto che l’iniziativa ha avuto sul pubblico: per un raffronto, la crescita delle vendite nei canali trade (librerie di catena e non, librerie on line, Gdo) nei primi tre mesi e mezzo del 2010 (sempre fonte Nielsen BookScan Italia) è stato del +3,7% a valore e del +3,5% a copie.
“Siamo molto soddisfatti ” ha commentato il presidente dell’AIE, Marco Polillo ” Abbiamo atteso il riscontro di Nielsen BookScan per capire se effettivamente la campagna avesse avuto successo e le cifre confermano che è così. E’ la prima volta che il mondo del libro organizza un’operazione così massiccia, sviluppata su mass media e librerie, anche online, e con il coinvolgimento delle biblioteche, degli enti locali, delle scuole e di tutte quelle istituzioni che hanno ritenuto di rientrare nel progetto. La nostra soddisfazione non è solo perché in questa settimana si sono effettivamente venduti più libri, con un significativo picco il 23 maggio che era Giornata-simbolo della campagna, ma perché tutto il mondo del libro ha partecipato a questa scommessa e l’ha vinta”.
“Proseguiremo su questa strada – ha aggiunto il presidente del Centro per il libro e la lettura, Gian Arturo Ferrari -. Avevamo detto che quella di quest’anno era solo la prima tappa di un lungo cammino. Così è stato e così sarà . La causa dei libri, la buona causa dei libri, merita e richiede coraggio, impegno e perseveranza. E’ una trasformazione radicale che tocca abitudini incancrenite e vizi profondi della nostra cultura. Ma alla fine un maggior numero di italiani comincerà a vedere i libri in una luce più calda, a sentirli più vicini. Condizione indispensabile per poter accedere a quell’immenso tesoro che nei libri è custodito”.
La campagna, forte di tre grandi testimonial quali Gianrico Carofiglio, Benedetta Parodi e Roberto Saviano, ha coinvolto oltre 1300 librerie in tutta Italia e 300 eventi “targati” Ibookyou. Sono stati previsti e donati 750mila segnalibri che sono stati consegnati a chi ha regalato un libro. Massiccia (per il mondo del libro) anche l’operazione sulla stampa: 13 le uscite sui mensili, 12 sui settimanali, oltre 90 quelle sui quotidiani nella settimana 16-23 maggio, oltre 430 spot radio su tutte le principali emittenti e oltre 100 gli spot tv su Rai e Mediaset. La campagna, firmata dall’agenzia Zampe Diverse, campeggiava inoltre su 44 maxi retro degli autobus di Milano, 60 a Roma, 25 a Napoli.
Tutte le notizie, gli eventi, gli spot su www.Ibookyou.it

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.