Fondo Italia-Germania per le coproduzioni cinematografiche, fino al 2 febbraio 2015 le richieste

Fino al 2 febbraio 2015 è possibile inviare le richieste di contributo per lo sviluppo di progetti di coproduzione tra Italia e Germania.

Il contributo è stabilito dall’accordo firmato il 22 ottobre a Roma dal direttore generale per il Cinema (Mibact), Nicola Borrelli, e dal direttore del Filmförderungsanstalt (FFA), Peter Dinges, per sostenere il cosviluppo di progetti che prevedano la realizzazione di lungometraggi di alta qualità, in grado di attrarre pubblico nei rispettivi paesi e nel resto del mondo. Per il 2015 le risorse destinate allo sviluppo di progetti di coproduzione tra Italia e Germania è pari a 100 mila euro, il 50 per cento messo a disposizione dal Mibact e il restante 50 per cento dal FFA. Sono considerati eleggibili ai fini dell’aiuto i progetti di lungometraggio, indipendentemente dal genere (finzione, animazione, documentario), prodotti in regime di coproduzione tra Italia e Germania e destinati a un prioritario sfruttamento nelle sale cinematografiche. L’ammontare destinato a ciascun singolo progetto può variare da un minimo di 10 mila a un massimo di 30 mila euro.

Le richieste di contributo dovranno essere inviate tramite posta elettronica agli indirizzi [email protected] e [email protected] entro il 2 febbraio 2015. Copia cartacea della richiesta va inviata sia presso la sede della Direzione generale per il Cinema – Mibact e sia presso la sede del FFA. Modalità e documentazione per la presentazione delle richieste sono indicate nelle Linee guida pubblicate nel sito internet della dg Cinema e in quello del FFA: www.ffa.de.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.