FIMI: Del Noce sopra le righe, posizioni della federazione frutto di decisioni dell’industria

Milano, 28 giugno 2004. Il Presidente di FIMI, Alberto Pojaghi ha contestato con forza le affermazioni del direttore di Raiuno Del Noce in merito al negoziato con FIMI per il Sanremo 2005.
“Il direttore generale della Federazione ha sempre riportato esclusivamente la posizione dell’industria discografica italiana, esprimendo la linea dell’intero Comitato Direttivo di FIMI che, nelle vicende che hanno portato al disimpegno di Fimi dall’ultimo Festival di Sanremo, si è sempre pronunciato all’unanimità . Le affermazioni del direttore di Raiuno sono dunque inaccettabili” ha dichiarato il Presidente di FIMI, precisando: “Voglio esprimere l’auspicio che i rapporti fra l’Industria Fonografica e l’Ente Pubblico Radiotelevisivo abbiano a ristabilirsi e tornino ad essere caratterizzati da reciproca considerazione e cooperazione.”
“Per quanto riguarda la prossima edizione del Festival aspettiamo le proposte del Direttore Artistico e poi ci pronunceremo sulla validità del progetto, tenendo conto anche del contesto più generale dei rapporti con RAI” – ha aggiunto Mario Limongelli, vicepresidente di FIMI e presidente della Piccola e Media Industria della Federazione.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.