Fiera Libro Francoforte: l’editoria italiana si presenta compatta, in un unico Spazio, alla 67ma edizione della Buchmesse. Circa 200 gli editori italiani presenti

L’Italia si presenta compatta alla Fiera internazionale del Libro di Francoforte. Un unico, grande, Spazio Italia nel quale convergeranno tutti gli stand degli editori italiani farà infatti da vetrina al nostro Paese nella 67ma edizione del più importante appuntamento internazionale per lo scambio dei diritti editoriali e per la promozione della cultura e dell’editoria italiana all’estero.

La Buchmesse – in programma a Francoforte dal 14 al 18 ottobre – attende complessivamente 7300 espositori di oltre 100 paesi, con l’Indonesia ospite d’onore. Circa 200 gli editori italiani presenti.

L’edizione 2015 sarà ricca di cambiamenti: il più importante riguarda il riassetto dei padiglioni dopo l’eliminazione del padiglione 8 della Fiera, che tradizionalmente ospitava l’editoria anglo-americana, con il conseguente riposizionamento dei vari espositori internazionali.

Gli italiani saranno collocati nella Halle 5.0 con i Paesi scandinavi, con l’Olanda e i Paesi dell’Est Europeo. La tradizionale collettiva italiana – realizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE), dall’ICE Agenzia per la Promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e dal Ministero per lo Sviluppo Economico – si troverà in prossimità dell’ingresso del padiglione 5 e si estenderà su una superficie di 276 mq (Halle 5.0 C36). All’interno dello stand esporranno circa 1300 titoli 47 editori italiani e sarà possibile consultare online il database dei libri in commercio.

Sarà il Sottosegretario al Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Ilaria Borletti Buitoni, in rappresentanza del Governo italiano, accompagnata dal Presidente dell’AIE Federico Motta, dall’Ambasciatore d’Italia in Germania Pietro Benassi, dal Console Generale d’Italia a Francoforte Maurizio Canfora e dai principali editori italiani a inaugurare il rinnovato Spazio Italia mercoledì, 14 ottobre, alle 11.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.