Esame preliminare in Consiglio dei ministri del D.Lgs di recepimento della Direttiva 2011/77/UE

Il Consiglio dei ministri di oggi giovedì 21 novembre affronterà l’esame preliminare del disegno di legge del decreto legislativo di recepimento della Direttiva 2011/77/UE, che modifica la direttiva 2006/116/CE concernente la durata di protezione del diritto d’autore e di alcuni diritti connessi.
Obiettivo del D.Lgs è quello di garantire ad artisti e interpreti “che in genere iniziano la loro carriera in giovane età”, un adeguato ritorno economico per le loro interpretazioni musicali in vecchiaia, “un periodo della loro vita, ossia gli ultimi anni – spiega la relazione che accompagna il provvedimento – in cui si trovano a far fronte ad un calo di reddito”.
Altro obiettivo dichiarato della normativa Ue è quello di “proteggere l’esecuzione degli artisti per tutto l’arco della loro vita”, e “limitare un uso discutibile delle loro esecuzioni quando essi sono ancora in vita”, allungando la durata della tutela da 50 a 70 anni dalla prima pubblicazione della fissazione dell’esecuzione e/o interpretazione.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.