Enpals proroga la regolarizzazione delle prestazioni previdenziali dei cantanti in sala di incisione

L’Enpals ha pugglicato ieri la circolare n. 12 del 2008 avente per oggetto “Assolvimento adempimenti informativi e contributivi per i lavoratori appartenenti alla categoria dei cantanti in sala d’incisione. Ulteriore proroga dei termini”, ove, su indicazione del Sottosegretario di Stato del Ministero del Lavoro della Salute e della Previdenza Sociale, Sen. Pasquale Viespoli, al fine di poter approfondire gli aspetti attuativi della circolare Enpals n. 5 del 19 febbraio 2008, il termine per l’assolvimento degli obblighi informativi e contributivi dei cantanti in sala di incisione sono stati rispettivamente prorogati al 25 ottobre ed al 16 ottobre 2008.
Si tratta di una seconda proroga: la prima era stata rilasciata dall’Ente nei mesi scorsi con scadenza alla data del 15 luglio, al fine di poter intervenire presso le sedi Ministeriali competenti, per meglio esaminare il provvedimento datato circa cinque anni fa e quindi non più corrispondente alle attuali situazioni di mercato discografico.
Assoartisti comunica che verrà istituito un tavolo di lavoro, con le Organizzazioni di Categoria rappresentative del settore, con il compito di rivedere la norma e formulare le necessarie correzioni che dovranno comunque garantire il principio per cui era stata approvata con D.M. del 29 dicembre 2003, a garanzia della tutela pensionistica dei lavoratori del settore che operano in sala d’incisione.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.