Elezioni SIAE: una grande occasione

Domenica 8 giugno si svolgeranno presso le sedi territoriali e le sedi dei mandatari provinciali della SIAE le elezioni per il rinnovo degli Organi Sociali per il periodo 2003/2006.
Agli autori si offre quindi l’occasione, con il loro voto, di determinare la composizione della compagine sociale destinata a decidere in merito a questioni di estrema rilevanza nei prossimi anni.
E’ necessario in primo luogo compiere il proprio dovere votando, ma ancora più importante è necessario scegliere con molta cura i propri rappresentanti che avranno il compito di difendere diritti di coloro che rappresentano.
Per troppo tempo gli autori e gli editori, in particolar modo quelli di piccole e medie dimensioni, poco rilevanti singolarmente sul piano economico, ma numericamente importanti, si sono disinteressati delle questioni di natura amministrativa che ne determinavano però la capacità reddituale, determinavano cioè il ritorno economico della loro attività , il loro “stipendio”.
Lo scarso interesse e il processo di autoemarginazione dal fulcro decisionale della SIAE ha creato un circolo vizioso che, nel corso del tempo, ha lasciato via libera ad altri soggetti guidati più dalla volontà di mantenere delle posizioni di privilegio che dalla tutela del reale interesse della grande massa degli aventi diritto, tra i quali debbono essere incluse anche le categorie degli interpreti ed esecutori spesso ingiustamente trascurate.
In parole povere, meno si ricevevano gratificazioni economiche derivanti dalla propria attività , in conseguenza anche di scelte non eque, più cresceva il disinteresse per una azione che cambiasse la situazione, con tutte le conseguenze del caso.
Adesso gli autori e gli editori hanno la possibilità di far sentire la loro voce e richiedere una ripartizione più equilibrata e puntuale dei diritti economici spettanti.
Autori, domenica, andate a votare!
Per maggiori informazioni sulle elezioni:
clicca qui
Le liste elettorali:
clicca qui
Come si vota:
clicca qui
Dove si vota:
clicca qui
La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.