DRM4U tutela in rete i diritti d’autore

I.NET, Softpeople Esperia e LabOne Italia lanciano insieme la prima piattaforma integrata di protezione dei file audio-video in rete (filmati, musica ecc.) che tutela il diritto di autore.
Il progetto, DRM4U (Digital Right Management For You), realizzato in partnership da I.NET (infrastruttura tecnologica), Softpeople Esperia (soluzioni per la trasmissione in rete dei file audiovideo) e LabOne Italia (software di protezione con il framework Media-iBox), garantisce alle case di produzione di distribuire i propri successi in rete evitando che vengano fatti oggetto di pirateria e copie illegali.
Disponibilità e diffusione della connettività a banda larga, insieme all’avanzamento delle tecnologie per la compressione dei dati audio video, hanno trasformato la rete nel miglior veicolo per contenuti di musica, video, arte, spettacolo e ogni altra produzione che si possa convertire in un file. L’accesso ai contenuti in rete si è però accompagnato alla distribuzione illegale. Oggi, grazie alle tecnologie di Digital Right Management (DRM, gestione dei diritti sui media digitali) è possibile controllare che un utente abbia effettivamente il diritto legale su un certo file audio o audio-video prima di poterlo utilizzare.
Il Digital Right Management è una tecnologia estremamente sofisticata e costosa, accessibile fino ad oggi solo a fronte di investimenti importanti da parte delle case di produzione e delle Società di distribuzione. Con la piattaforma DRM4U, messa a punto dalle tre società partner, l’infrastruttura del servizio sarà fornita in outsourcing con un significativo contenimento dei costi e il vantaggio di una gestione ottimizzata dell’applicazione. Sarà quindi agevolata la distribuzione di contenuti audio e video via internet, IPTV e telefonia mobile in modo legale e senza ledere il diritto di autore dei proprietari di contenuti. In questo modo le tecnologie di protezione dei diritti in rete, caratterizzate finora da costi elevati e da soluzioni proprietarie, diventano accessibili ad un costo proporzionale al loro effettivo utilizzo. Per maggiori dettagli www.DRM4U.it.
“Tutti gli operatori del settore vedono nel Web e nella Digital Media Business la nuova frontiera per il mercato delle opere di ingegno” sostiene Angelo Tracanna, amministratore delegato di LabOne Italia. “I grandi operatori delle telecomunicazione stanno puntando molto sui nuovi canali di distribuzione ed è chiaro che questi nuovi canali vanno riempiti: DRM4U è uno strumento sicuro, potente e professionale a disposizione di tutti per farlo.”
“L’iniziativa DRM4U permetterà finalmente ai content owner lo sviluppo di modelli di business basati sul pagamento per la fruizione dei contenuti, mentre sino ad oggi su Internet ha prevalso il modello dell’Advertising. Inoltre, grazie al suo modello di pricing”, commenta Massimo Cortinovis, presidente di Softpeople Esperia, “DRM4U abbatte la barriera all’ingresso per realtà o iniziative di dimensione contenuta, che non possono permettersi gli ingenti investimenti necessari per avvicinarsi a questo nuovo mercato”.
Il Direttore Marketing di I.NET Enrico Campagna afferma: “Grazie a questa partnership e alle soluzioni che genererà , i nostri numerosi Clienti potranno avvalersi di nuovi servizi in ambito multimediale, secondo una logica che I.NET da tempo percorre: farsi carico della complessità e del peso della gestione di nuove tecnologie, da mettere a disposizione delle aziende”.
L’Heineken Jamming Festival svoltosi a Imola lo scorso weekend ha tenuto a battesimo con successo la nuova soluzione. I membri della community dell’Heineken Jamming Festival hanno potuto scaricare dal sito dell’evento i brani inediti di band emergenti e votare il migliore, permettendo a nuovi promettenti artisti di esibirsi in una manifestazione di prestigio per la musica giovanile.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.