Download di musica legale in Europa: previsto un giro di quasi 4 miliardi di euro nel 2011

Mentre la vendita dei supporti calerà del 30% tra il 2005 e il 2011, il download di brani musicali crescerà esponenzialmente e dovrebbe colmare la differenza, secondo Forrester Research.
“Al presente, il download legale su PC e telefonini rappresenta mendo del 2% del mercato musicale europeo. Però, il mercato crescerà rapidament, per giungere al 36% nel 2011, soprattutto se i fornitori saranno capaci di soddisfare la crescente domanda di servizi flessibili e semplici da utilizzare, con prezzi competitivi. L’anno scorso il mercato ha avuto trends significativi, sia intermini di esplosione di valore che di volume di scambi. Il download su telefonino sta’ crescendo molto in Europa e in Asia; UK, Francia e Germania dominano la scena europea. I mercati di questi tre paesi europei rappresentano quasi l’80% del mercato europeo” ha dichiarato Rebecca Jennings, Senior Analyst di Forrester Research.
Ci sono comunque ancora problemi: la mancanza di standard sui formati e sugli apparecchi di riproduzione, la portabilità e la flessibilità del download è favorita al contrario dei servizi che limitano l’uso dei brani o inseriscono protezioni digitali troppo “zelanti”.
“Per avvantaggiarsi di questa crescita, i cd. music services devono riconoscere il cambiamento sociale che il fenomeno dei computer sta portando, permettendo lo scambio di files per favorire i nuovi singoli, dare maggiore supporto agli utenti contro lo scambio illegale, ed enfatizzare la legalità e la qualità dei propri servizi. In aggiunta, i provider di telefonia mobile devono facilitare e rendere più economico il download su telefonino, e capire che tali investimenti non porteranno profitti significanti nel breve periodo” conclude Rebecca Jennings.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.