Dati SIAE: Roma prima per il consumo di spettacolo

Se nel 2004 gli incassi dei film italiani rappresentavano il 19% (rispetto al 62% del cinema USA e al 19% di altri Paesi), nel 2005 la percentuale degli incassi dei film italiani è arrivata al 24%, a discapito di quelli USA che si sono attestati al 53% (mentre gli altri Paesi sono saliti al 23%). E ancora: se nella classifica dei film di maggior incasso del 2004 c’erano solo 2 film italiani ( al 7° e al 9° posto), nella classifica 2005 gli italiani hanno ben 4 posti: il terzo, il quarto, il sesto e il nono.
Questi alcuni dei dati comunicati oggi a Roma dal Presidente della SIAE Giorgio Assumma nell’ambito della presentazione dell’annuario economico-statistico “Lo Spettacolo a Roma nel 2005”, nato dalla collaborazione tra la SIAE e il Comune di Roma. Il volume, di cui hanno parlato questa mattina nella Biblioteca Teatrale SIAE del Burcardo il Presidente della SIAE Giorgio Assumma, l’Assessore alle Politiche Culturali del Comune di Roma Gianni Borgna, il Direttore del Dipartimento Cultura del Comune di Roma Giovanna Marinelli e il Direttore della Sede SIAE di Roma Marina Landi, contiene un’analisi dell’andamento della spesa e dell’affluenza del pubblico nei luoghi di spettacolo della capitale.
Tra le grandi città italiane ‘ ha aggiunto Assumma – anche per il 2005 Roma si è confermata capitale dello spettacolo e della cultura. In particolare, i romani hanno dimostrato ancora una volta di essere grandi amanti del teatro di prosa contribuendo in maniera determinante (+11,27% rispetto al 2004), alla crescita del settore registrata in tutta Italia (+7,70%). Infatti, se consideriamo cinque grandi città – Roma, Milano, Torino, Napoli e Genova – sia per il cinema che per lo spettacolo dal vivo Roma, da sola, contribuisce per circa il 45% per numero degli spettacoli e presenze e per circa il 40% per quanto riguarda la spesa del pubblico (a tal fine bisogna considerare l’offerta di spettacoli gratuiti grazie al patrocinio del Comune di Roma).
Per quanto riguarda le altre città : per il cinema e per lo spettacolo dal vivo, relativamente a spettacoli e presenze, Milano contribuisce per il 23%, Torino per il 13%, Napoli per l’ 11% e Genova per l’8%. Per quel che riguarda la spesa del pubblico: Milano si attesta al 31%, Torino al 13%, Napoli al 9% e Genova al 7%.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.