Crediti d’imposta per le imprese cinematografiche

L’Agenzia delle Entrate, in una nota del 14 ottobre, ha comunicato i codici tributo per usufruire dei crediti d’imposta a favore dell’industria cinematografica. Si tratta dei codici 6823 e 6824 stabiliti con la Risoluzione n.258/E da riportare nel modello F24 per utilizzare i crediti in compensazione.
La speciale agevolazione fiscale, introdotta dalla legge Finanziaria per il 2008 (L. 244/2007), è calcolata sulle spese sostenute nei tre periodi d’imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2007.
Il primo codice è riservato alle industrie di produzione cinematografica, che possono utilizzare un credito pari al 15% del costo complessivo di produzione di opere cinematografiche riconosciute di nazionalità italiana, fino a un tetto massimo annuo di 3,5 milioni di euro.
Il secondo tipo di credito è ammesso per le imprese di produzione esecutiva e le industrie tecniche cinematografiche in misura pari al 25 % del costo di produzione della singola opera, in relazione alla concreta realizzazione sul territorio italiano, su commissione di aziende estere, di film o parti di film, utilizzando prevalentemente lavoratori italiani o dell’Unione europea, fino a 5 milioni di euro per ogni film.
Fonte: www.siae.it

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.