Cosa è successo in agosto I

Cari lettori,
riprendiamo le nostre news con un breve riassunto delle principali notizie dell’appena trascorso mese di agosto.

1) Felten presenta i risultati dei suoi studi
Dopo aver “craccato” i sistemi di protezione anticopia per CD audio di SDMI, Felten e i suoi collaboratori dell’Università di Princeton hanno presentato i risultati delle loro ricerche nell’ambito dei lavori del “Symposium”.

2) Procedimento della UE contro il Regno Unito
La Commissione Europea ha dato inizio a un procedimento di fronte alla Corte Europea di Giustizia nei confronti del Regno Unito, per non aver completamente recepito la Direttiva CE 92/100/EEC, concernente il diritto di noleggio, il diritto di prestito e taluni diritti connessi al diritto di autore in materia di proprietà intellettuale.
La Commissione contesta la positione del Regno Unito sulla remunerazione degli interpreti ed esecutori, e per le case discografiche relativamente alla musica suonata nei luoghi pubblici.

3) Gli Stati Uniti sospendono benefici nel commercio all’Ucraina causa la pirateria
Gli Stati Uniti sospenderanno tutti i benefici concessi all’Ucraina sulla importazione di beni negli USA in risposta alla mancanza di “azioni significative” per combattere la crescita della produzione di copie illegali di CD e cassette audio. Se l’Ucraina non adegua la legge sul diritto d’autore, rischia l’embargo totale con gli USA.

4) La pirateria azzoppa l’industria musicale in America Latina
Il basso costo dei masterizzatori e il traffico illegale di CD vergini registrabili, oltre alla crescente disoccupazione, hanno favorito la crescita della pirateria musicale in America Latina, con il risultato che non solo le grandi multinazionali stanno perdendo milioni di dollari, ma le case discografiche locali sono in gravissima difficoltà .

5) Giorgio Armani non ottiene il dominio armani.com
Lo stilista Giorgio Armani non ha il diritto di utilizzare il dominio Internet armani.com: così ha deciso il World Intellectual Property Organization’s (WIPO) Arbitration and Mediation Center. Il dominio è stato legalmente registrato nel 1995 da un artista residente in Canada, Anand Ramnath Mani (A.R.Mani). I giudici, accertato che Mr Mani non ha utilizzato il nome a dominio in maniera illecita, ha respinto la richiesta di Armani di trasferimento dello stesso.

… continua…

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.