Convegno “Scenari e prospettive del diritto d’autore” il 27 maggio a Roma

Il 27 maggio 2008 alle ore 10, presso l’Università Europea di Roma, in Via degli Aldobrandeschi, 190, si terrà il Convegno “Scenari e prospettive del diritto d’autore”.
L’obiettivo del Convegno è approfondire, alla luce dell’esperienza maturata nell’ambito del Comitato Consultivo Permanente per il diritto d’Autore, gli indirizzi che vanno delineandosi a livello comunitario e nazionale, e gli ambiti di intervento che si rendono più urgenti per proiettare efficacemente l’istituto autoriale nel nuovo millennio.
Nella sessione del mattino i lavori si concentreranno sui tratti salienti dell’istituto per valutarne la tenuta ovvero l’opportunità di un ripensamento. In particolare:
– si vuole esplorare se l’ingresso delle nuove tecnologie suggerisca un ampliamento della nozione di opera dell’ingegno;
– ci si vuole interrogare sull’opportunità di ridefinire gli ambiti dei diritti esclusivi, e se le nuove forme di accesso e condivisione delle opere rientrino nell’ambito di sfruttamento di un’opera dell’ingegno;
– si intendono scandagliare le c.d. balance clauses, vale a dire i meccanismi che consentono di contemperare i diritti del titolare con quelli del mercato in senso lato (concorrenti, utenti e consumatori), accertando se esistano i presupposti per spostare l’asticella che marca il confine tra l’area del pubblico dominio e quella suscettibile di appropriazione, e all’interno di quest’ultima, quella che segna l’ambito concreto di estensione della privativa.
Nella sessione del pomeriggio, invece, si darà voce alle diverse e non sempre raccordabili anime che ravvivano il dibattito sulla riforma dell’istituto. Tra le altre, si metteranno a confronto le tendenze emerse nel corso dei lavori del Comitato Consultivo Permanente ed in particolare:
– a quella che pone gli interessi dei titolari del diritto in posizione di assoluta preminenza, e valorizza gli investimenti sottesi all’industria culturale, puntando all’irrigidimento delle prerogative dell’istituto, promuovendo sia il riconoscimento delle esigenze dei nuovi autori, delle nuove tipologie di opere e dei nuovi diritti, sia l’inasprimento dell’apparato sanzionatorio, anche attraverso il ricorso allo strumento penale.
– privilegia una traiettoria che passa dalla prospettiva essenzialmente individualista del “premio al creatore” al contributo dell’istituto alle dinamiche di lungo periodo dell’innovazione tipicamente imprenditoriale e a quelle della concorrenza nel mercato. Una traiettoria cioè nella quale la ricompensa attribuita all’autore configuri uno “scopo-mezzo”, funzionale al perseguimento di più ampi obiettivi di “benessere sociale” nell’interesse, in ultima analisi, dei consumatori-utenti.
Il Convegno è aperto a tutti gli interessati ed è gratuito.
Per maggiori informazioni è possibile scaricare la locandina (.pdf) oppure contattare: Ufficio Orientamento dell’Univ. Europea di Roma Tel. 06 66 52 79 24/34

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.