Ciampi: il cinema favorisce lo scambio fra culture

“Il cinema è una finestra aperta che favorisce lo scambio fra culture diverse, accorcia le distanze nel mondo, promuove la comprensione, il dialogo, la collaborazione, il rispetto”.
Lo afferma il presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, ricevendo al Quirinale, nel restaurato Salone dei Corazzieri, i candidati ai premi David di Donatello per il cinema.
Il Capo dello Stato si è rivolto in particolare ai giovani: “il cinema è un agente culturale che deve aiutarvi a maturare una capacità di lettura critica degli infiniti messaggi che il mondo dell’informazione offre oggi. Sappiate cogliere questa opportunità e continuate a vivere la magia del cinema, divertendovi e imparando”.
Ciampi ha affermato che “in questi cinquant’anni, il cinema ha saputo intrecciare la sua storia con quella della società italiana. Ha raccontato i problemi, le vicende, i dubbi, le domande degli italiani; ne ha interpretato lo stile, il gusto. Ha creato modelli, ha influito in maniera determinante sulla cultura. Ha orientato riflessioni e comportamenti di intere generazioni. Ha divertito e commosso. Ha denunciato realtà sociali spesso gravi, drammatiche. Ha rappresentato uno straordinario veicolo di comunicazione e di emozione”.
Da Ciampi è arrivato l’invito a “far conoscere ai giovani, attraverso i film, la storia delle cento città e dell’unità italiana, la nostra Storia”.
Questo, infatti, è uno dei compiti che deve porsi la cultura: “una cultura che superi la divisione, la frammentazione dei saperi e che li riunisca in un unico progetto al servizio dell’uomo, per aiutare a costruire una società nella quale vivere i valori più profondi e dare concretezza agli ideali più veri”.
Un compito che coincide con la proposta dello spazio europeo della cultura, che il capo dello Stato definisce “ponte ideale verso gli altri continenti, luogo virtuale della conoscenza e della curiosità verso l’altro, strumento indispensabile di dialogo e di integrazione fra civiltà diverse”.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.