Chi acquista e-book compra più libri

Chi acquista e-book compra più libri. E’ quanto emerge dall’indagine presentata da Angela Bole del Book Industry Study Group (BISG) ieri a Editech2012, la Giornata internazionale di studio e approfondimento organizzata dall’AIE a Milano per far conoscere agli operatori, ancor prima che al grande pubblico, le tendenze in atto e le prospettive nell’ambito dell’innovazione tecnologica nel settore editoriale.
Chi acquista e-book compra più libri e spende di più – Secondo l’indagine che, dal 2009, ha fotografato gli atteggiamenti dei consumatori di acquirenti di e-book in America, quasi il 30% degli intervistati (a febbraio 2012) dichiara di spendere di più in libri da quando ha cominciato a comprare e-book. Il 50% dichiara di comprare più titoli in qualsiasi formato da quando si è avvicinato ai libri digitali. I numeri sono ancora maggiori per il mercato degli e-book: più del 62% degli intervistati dichiara di spendere di più e più del 72% dice di avere incrementato il numero dei titoli elettronici.
I forti acquirenti di libri ed e-book in America’ Sorpresa, le donne ” Tra i cosiddetti forti compratori, quelli che acquistano 4 o più libri al mese negli Stati Uniti, le donne sono la maggioranza, sia per i libri, sia per gli e-book, diversamente da quanto accade ad esempio in Italia in cui l’e-book è ancora molto al maschile. In particolare, sono forti acquirenti di e-book le ragazze dai 18 ai 29 anni e le donne da 30 ai 44 anni. Che sia questo il motivo del successo dei romanzi rosa in digitale’
I compratori forti sono il 22% di tutti coloro che acquistano libri di carta ma diventano ben il 35% di chi compra ebook: secondo il BISG, fatto 100 il totale di chi acquista libri di carta il 22% di questo totale sono i compratori forti, mentre questa categoria sale al 35% se si considerano gli acquirenti di ebook. Per quanto riguarda il totale della copie, questi compratori ne acquistano il 60% se si tratta di libri digitali, contro il 53% dei libri di carta. Nel complesso invece la spesa per i libri digitali è un po’ più bassa: rappresenta il 48% rispetto al 50% di quelli di carta.
Mercato saturo in America’ Gli acquirenti di libri che hanno acquistato ebook sono passati nel 2010 dal 3 al 13%. Nel 2011 dal 13 al 17%. Un mercato che si sta stabilizzando, forse ma sicuramente in cui il segmento degli e-book è andato crescendo a scapito dei tascabili. Certo la crescita non è omogenea nei vari settori dal momento che crescono molto nei libri digitali fiction e mistery, un po’ meno il cooking.
Le preferenze dei device’ Crescono tablet e smartphone – Cresce, infatti, e in modo significativo, la preferenza per la lettura per i cosiddetti device multi-funzione, tablet e smartphone, che passano dal 13% dello scorso anno al 24% del maggio 2012. In America un acquirente di libri digitali su quattro insomma sceglie in primis il tablet per leggersi gli e-book. In particolare i tablet sono utilizzati per leggere e-book e per ordinare e-book e altri contenuti. L’iPad al contrario per giocare, leggere e-book e riviste.
E infine… la penetrazione di e-book nel mondo’ Arriva al 19% degli australiani che hanno acquistato un e-book, ha raggiunto il 16% degli americani, il 17% degli inglesi, il 3% dei francesi, l’8% degli spagnoli e il 10% dei tedeschi. Lo segnala l’indagine del Global eBook Monitor di Bowker su un campione rappresentativo di più mille persone maggiorenni per ogni paese.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.