Centro per il libro e la lettura: riduzione degli stanziamenti in vista

E’ una reazione di sorpresa quella del presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Federico Motta dopo le notizie riportate su alcuni organi di stampa della riduzione del 50% dello stanziamento del Centro per il libro e la lettura per far fronte alla copertura dell’eliminazione dell’ICI sulla prima casa degli italiani: “Mi auguro sia solo una voce infondata ” commenta Motta ” A breve incontreremo il Ministro Bondi e a quel punto chiederemo direttamente a lui se risponde a verità . Sarebbe grave e già così costituisce un segnale che ci preoccupa molto: siamo pronti a grandi cose con il Governo in una cornice politico-legislativa chiara come quella del Centro. Sono due anni che aspettiamo di cominciare a lavorare con il Centro e, ancor prima di iniziare concretamente, eccoci invece alle prese con notizie di tagli della dotazione finanziaria”.
Il Centro – costituito e dotato di finanziamento grazie alla Finanziaria 2008, ma ancora in attesa del decreto attuativo – prevede due obiettivi essenziali: il coordinamento delle competenze che ruotano intorno al mondo del libro e della lettura e un modello di cogestione pubblico-privato per i programmi di promozione.
Fonte: AIE

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.