Assumma: “bene la class action contro Google ma senza demonizzare la rete”

Bene la class action contro Google ma senza demonizzare la rete. L’avvocato Giorgio Assumma, presidente della Societa’ italiana editori e autori (Siae) all’ADNKRONOS spiega che l’adesione della Siae alla class action intentata negli Stati Uniti da parte di editori e autori nei confronti di Google per violazione di copyright non deve far dimenticare che “internet offre una grande opportunita’ soprattutto agli autori piu’ giovani”.
“La soluzione migliore – sottolinea Assumma, parlando della transazione alla quale potrebbero partecipare anche gli autori e gli editori di tutto il mondo – sarebbe trovare un accordo con tutta la filiera dei soggetti implicati nella divulgazione delle opere, in primo luogo con i providers”. “Internet – prosegue Assumma – consente agli autori di mettere in rete le loro opere diventando autori e editori di se’ stessi. E’ interesse degli autori permettere ai fruitori della rete di accedere alle loro opere. Questo pero’ – conclude il presidente della Siae – non deve comportare il sacrificio della proprieta’ artistica e letteraria riconosciuta agli autori da oltre un secolo”.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.