Arriva in Italia la tecnologia Anywhere Audio

Hopscotch, agenzia di consulenza in comunicazione off line e on line dedicata alle società tecnologiche e alla promozione sul web di attività aziendali, annuncia oggi di aver stretto una partnership con BYOBroadcast, società statunitense specializzata nello sviluppo di tecnologie audio per siti web e per l’e-mail marketing.
Grazie all’accordo, che prevede l’esclusiva per l’Italia, Hopscotch può
utilizzare la tecnologia Anywhere Audio di BYOBroadcast e arricchire in tal modo le soluzioni nell’area del marketing on line con servizi e applicazioni quali gli audio banner, le audio newsletter, le audio e-mail, gli audio tour del sito, le audio promozioni, le descrizioni di prodotti o servizi, le presentazioni istituzionali e i forum di discussione.
Le soluzioni Anywhere AudioTM rispondono all’esigenza delle aziende di poter offrire contenuti audio fruibili in modo semplice, veloce:
– non richiedono alcun plug-in. L’utente finale non deve pre-installare o
aggiornare alcun programma (Real Player, Windows Media Player, Apple Quick Time, Macromedia Flash, etc.)
– il messaggio audio può essere configurato per partire automaticamente
all’apertura della pagina e dell’email, o non appena il navigatore lo attivi
– tengono conto della qualità della connessione disponibile e trasmettono a 13kbps
– gli utenti e le aziende non hanno bisogno di alcuna conoscenza tecnica
– sono ospitate su server BYOBroadcast e non richiedono alcun investimento in infrastrutture e software
Recenti studi hanno mostrato che i messaggi e-mail realizzati con tecnologia BYOBroadcast hanno ottenuto un incremento del 300% del tasso di risposta rispetto ai normali messaggi promozionali via email.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.
Precedente Dirittodautore.it non visibile stasera dalle 18 alle 20
Prossimo Punto Informatico intervista Enzo Mazza, direttore generale della FIMI
Exit mobile version