Approvato lo schema di Dpr che istituisce il Centro per il libro e la letteratura

“E’ stato realizzato un passo fondamentale, forse il più importante, per la svolta della politica della lettura in Italia”. Non ci sono dubbi da parte dal presidente degli editori Federico Motta dopo l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del 2 febbraio, dello schema di DPR che istituisce il Centro per il libro e la lettura (iter che si concluderà con la firma del Presidente della Repubblica).
“Si tratta di un passaggio fondamentale ” ha proseguito il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) ” verso un obiettivo di grande rilevanza, chiesto da noi a gran voce agli Stati generali dell’editoria. Diamo atto al ministro Rutelli di aver prodotto risultati che possono essere davvero importanti per il mondo del libro, mantenendo le promesse”.
Secondo l’AIE due sono gli elementi davvero innovativi: la partecipazione di editori, librai e bibliotecari alla definizione delle politiche di programmazione della promozione della lettura e il coordinamento delle competenze, una vera e propria “cabina di regia” tra pubblico e privati.
“Siamo fiduciosi, ci aspettiamo molto da questo Centro ” ha concluso Motta “Sempre che siano chiamate a gestirlo personalità di grande prestigio e di comprovata esperienza”.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.