Al via il Centro per il libro e la lettura

“Oggi (il 17 febbraio scorso ndr) è un giorno fondamentale per la crescita culturale del nostro Paese: è partita finalmente la collaborazione tra Governo ed editori per lo sviluppo della lettura in Italia. Il nuovo Centro sarà il contesto in cui noi editori metteremo a disposizione le nostre migliori risorse per promuovere la lettura nel Paese: Gian Arturo Ferrari è senza dubbio la prima”.
Non ci sono dubbi da parte dal presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Marco Polillo dopo la presentazione dei nuovi progetti del Centro per il libro e la lettura per il triennio 2010 -2012. “Per affrontare la vergogna degli indici di lettura italiani che penalizzano lo sviluppo del Paese chiediamo da sempre di seguire l’esempio degli altri paesi europei e realizzare una struttura dove pubblica amministrazione e operatori del settore, in primo luogo gli editori, siano in condizione di collaborare. Dopo tante promesse diamo atto al ministro Bondi, che ringraziamo, di aver realizzato quella che potremmo definire una rivoluzione copernicana in ambito culturale. Oggi si volta pagina: non più singoli eventi spot legati al libro ma un organismo che fissa, in modo condiviso e duraturo, le strategie di medio e lungo periodo per il libro e la lettura. Adesso tocca a noi fare la nostra parte: offriremo al Centro per il libro competenze, idee e anche risorse economiche, che si aggiungeranno a quelle pubbliche, per realizzare campagne di promozione e per rafforzare le infrastrutture del libro in Italia”.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.