A Sandra Mondani e Raimondo Vianello il Premio alla Creatività S.I.A.E.

Tutti conoscono la coppia più affiatata e amata dello spettacolo italiano per le loro doti di attori, ma pochi forse conoscono le loro qualità di autori, che vanno dal teatro di rivista al varietà televisivo, passando per la musica e il cinema.
“Raimondo Vianello e Sandra Mondani sono l’esempio più calzante di come si possa fare un’eccellente comicità senza ricorrere alle trivialità che purtroppo impregnano oggi gran parte dei programmi televisivi” dichiara il Presidente della S.I.A.E. Giorgio Assumma che consegnerà il Premio. “La raffinata interpretazione ed i toni garbati che caratterizzano le loro esibizioni sono il più efficace strumento per raggiungere un pubblico familiare, donandogli un umorismo sano e rispettoso dei valori educativi che ogni forma di creatività dovrebbe in sé portare. Ad ambedue, che fanno parte a buon titolo della SIAE avendo affidato alla sua tutela le opere che hanno scritto nella loro lunga carriera, a nome di tutti i soci della S.I.A.E. esprimo i sensi del più vivo compiacimento e gli auguri di ulteriori successi”.
“Sono convinto che il pubblico sarà contentissimo di vedere questa coppia storica della televisione italiana ricevere questo importante riconoscimento della S.I.A.E. l’ultima sera del Festival su palco dell’Ariston” dichiara Pippo Baudo. “A loro, colleghi, ma soprattutto amici di tanti anni, mi lega un sincero affetto. Non si contano le occasioni che ci hanno visti insieme in trasmissioni tv, alla radio e anche in teatro. Nel lontano ’72 infatti con Sandra abbiamo interpretato insieme ‘L’ora della fantasia’, una commedia musicale scritta da Maurizio Costanzo, con la musica di Pippo Caruso. E ricordo che nel 1998 Raimondo ha presentato il Festival, dimostrando, come sempre, la sua grande ironia e la sua immancabile signorilità , da perfetto gentleman inglese”.
Raimondo Vianello si è iscritto alla S.I.A.E. come autore di opere teatrali e televisive (Un, due e tre, Sbirulino, Casa Vianello, Tante scuse, Noi no, Attenti a noi due, Cascina Vianello) nel fatidico 1959, lo stesso anno in cui conosce Sandra Mondaini, con la quale nasce un sodalizio artistico immediato e che dopo due anni diventa sua moglie nella basilica di San Giovanni a Porta Latina in Roma, il 28 maggio 1961; testimone il grande Ugo Tognazzi. Nel 1979 si iscrive anche alla Sezione Musica della S.I.A.E.: è autore di testi per canzoni come Circo di Sbirulino, Nonno birichino, Pappa Pappa Nanna Nanna e Sono stato io, con le musiche del non dimenticato Pino Calvi.
E’ inoltre autore della sceneggiatura e del soggetto di molti film, tra cui Armiamoci e partite, Spogliamoci così senza pudore, L’uccello migratore, Il vichingo venuto dal sud, Fico d’India, Il Domestico, Il gatto mammone e si iscrive ” nel 1977 – alla Sezione Cinema della S.I.A.E.
Anche la milanesissima Sandra ha scritto i testi dei suoi indimenticabili personaggi: da Arabella fino ai famosi monologhi di Sbirulino e i bambini o L’ubriaca al telefono.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.