Home » News » Attualità » A Parma il lancio di “Amo chi leggee gli regalo un libro”, l’iniziativa AIE per promuovere la lettura dei più piccoli

A Parma il lancio di “Amo chi leggee gli regalo un libro”, l’iniziativa AIE per promuovere la lettura dei più piccoli

A Parma, nell’ambito del Festival Minimondi si è tenuta nei giorni scorsi la prima azione concreta di “Amo chi leggee gli regalo un libro”, la grande iniziativa dell’Associazione Italiana Editori (AIE) per promuovere la lettura dei più piccoli, coinvolgendo scuole, biblioteche e librerie, e che si concretizzerà in tutta Italia dal 23 al 27 maggio, in occasione del Maggio dei Libri.
Il progetto nasce in collaborazione con l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), con Nati per Leggere e con Associazione Librai Italiani (ALI): le scuole e le biblioteche di pubblica lettura stileranno una lista di libri desiderati per arricchire l’offerta all’utenza scolastica e cittadina, a partire dall’elenco dei “100 libri per ragazzi imperdibili di oggi”, definita grazie ad un lavoro in sinergia tra AIE, AIB e Nati per Leggere, che editori e bibliotecari insieme considerano fondamentali all’interno di una biblioteca per ragazzi, sia questa scolastica che pubblica (la lista è disponibile sul sito www.aie.it). Questa lista sarà quindi esposta nella libreria e nella biblioteca che si sono gemellate e dal 23 al 27 maggio tutti i lettori potranno acquistare quei volumi da donare alla biblioteca stessa.
La premessa del progetto è infatti serissima. Oggi la disponibilità delle biblioteche scolastiche in Italia è pari a 0,1 libri nuovi a studente: questo è quanto emerge dalla fotografia a cura dell’Ufficio studi AIE su oltre 7800 biblioteche scolastiche italiane. Con una spesa media annua per acquisto di libri per alunno di soli 0,68 euro: poco, troppo poco per formare i lettori di domani. L’intento “” chiarisce Antonio Monaco, responsabile del Gruppo editori per ragazzi di AIE – non è solo quello di rifornire le biblioteche ma anche di creare un circolo virtuoso a beneficio della promozione alla lettura. Ci sembrava necessario lavorare con le scuole ma anche con le biblioteche e le librerie, giocandoci in prima persona come editori per ragazzi. Così è nata l’iniziativa e così è nata la lista dei 100 classici imperdibili, un nostro suggerimento, scaturito da una rosa ampia degli editori e selezionati poi dai bibliotecari e dagli esperti di Nati per Leggere”.
A sposare l’iniziativa sin da subito è stata l’Associazione Librai Italiani (ALI), perché, come spiega il presidente Alberto Galla “”è perfettamente coerente con le politiche dell’associazione di sostegno alla diffusione dei libri e della lettura. In particolare poi il fatto di creare una virtuosa collaborazione tra clienti, scuole e biblioteche ci permette di sottolineare ancora una volta lo stretto legame tra le librerie indipendenti e il proprio territorio di riferimento, elemento che consideriamo fondante per la sopravvivenza e lo sviluppo delle librerie stesse””.
Per Stefano Parise, presidente dell’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), l’impegno è chiaro: “”L’AIB non finirà mai di sostenere tutte le iniziatiche rivolte a promuovere la lettura e la diffusione dei libri. La scuola e le biblioteche non solo sono una risorsa insostituibile per un paese che vuole costruire una società più moderna, ma anche i principali nuclei, oltre alla famiglia, nei quali i giovani e i cittadini possono formarsi una propria identità umana e culturale. “”Amo chi leggee gli regalo un libro”” diventa quindi un’ulteriore opportunità di far capire a tutti, e in primo luogo alle istituzioni, che non può esserci futuro senza cultura””.
Tutte le informazioni sul progetto e sulle altre iniziative legate ad “”Amo chi leggee gli regalo un libro”” sono disponibili su www.aie.it”

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.