Home » News » Attualità » 58ma edizione della Frankfurter Buchmesse (4-8 ottobre): crescono gli editori italiani presenti

58ma edizione della Frankfurter Buchmesse (4-8 ottobre): crescono gli editori italiani presenti

Sono sempre più gli editori presenti alla Frankfurter Buchmesse. L’Italia del libro si presenta alla più importante manifestazione internazionale del settore librario per lo scambio dei diritti, in programma dal 4 all’8 ottobre a Francoforte, attraverso la produzione di oltre 350 editori italiani (lo scorso anno erano 327).
Cresce la presenza italiana ma crescono anche i numeri della Fiera: l’edizione 2006 prevede infatti un incremento rispetto allo scorso anno del 3,5% degli spazi allestiti e oltre 7mila (7.066 per la precisione) espositori provenienti da 111 Paesi.
Sarà l’Ambasciatore Antonio Puri Purini ad inaugurare il 4 ottobre il “Punto Italia” (Halle 5.1 C902), organizzato grazie alla collaborazione tra Associazione Italiana Editori (AIE) e Istituto per il Commercio con l’Estero (ICE): su 264 mq saranno così presentati agli operatori stranieri circa 1.500 titoli di 47 editori italiani. Il Padiglione italiano servirà inoltre come punto informativo dell’editoria italiana e come punto di incontro tra operatori.
Le cifre – L’industria dei contenuti editoriali (libri, editoria digitale, banche dati, libri allegati a quotidiani) con 4.160 milioni di euro rappresenta il 28% dell’industria dei contenuti nel suo insieme (al netto di pubblicità , sponsorizzazioni, ecc.). Nonostante questo, il 21-22% dei titoli che si pubblicano ogni anno sono traduzioni da libri stranieri.
Se la vendita di diritti all’estero (circa 2.400 opere) è in crescita (+10% in media annua), è vero però che costituisce ancora una parte limitata del business editoriale del settore e del numero di “opere italiane” prodotte. Così come le coedizioni con l’estero (anche qui in crescita +9% in media annua) riguardano poco più di 400 titoli all’anno.
“I dati ‘ ha sottolineato il presidente di AIE Federico Motta ‘ rivelano come i prodotti editoriali italiani riescono a stare sempre più sul mercato internazionale sia per libri venduti all’estero, sia per servizi grafico-editoriali realizzati su commessa di Case editrici straniere: questo testimonia ancora una volta la qualità dei prodotti e la professionalità degli addetti al settore. Resta il problema di cercare di compensare le difficoltà oggettive di una lingua minoritaria e di un’editoria che non può contare su coordinati interventi di promozione all’estero e su adeguate disponibilità di risorse pubbliche che vadano a integrarsi con quelle private”.
Il programma – La cerimonia di inaugurazione del Punto Italia (Halle 5.1 C 902) si svolgerà mercoledì, 4 ottobre, a partire dalle 11, con il saluto e la visita dell’Ambasciatore italiano in Germania Antonio Puri Purini e del presidente dell’AIE Federico Motta. Seguirà una visita agli stand individuali delle case editrici italiane. Sarà presente il console Rosa Maria Chicco Ferraro.

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.
Report to the President and Congress on coordination of intellectual property enforcement and protection