Usa: donna condannata a nove anni per pirateria

Una donna californiana è stata condannata a nove anni di prigione per pirateria.
Questa potrebbe essere la più dura sentenza emessa nei confronti di un soggetto incensurato, reo per la prima volta di un crimine di questo tipo.
Lisa Chen è stata inoltre condannata a versare 11 milioni di dollari a titolo di risarcimento.
La Chen è stata arrestata insieme ad altre tre persone come componenti di un’organizzazione criminosa sospettata di aver importatati prodotti Symantec e Microsoft contraffatti, provenienti da Taiwan, per 98 milioni di dollari.
I prodotti includevano copie di Windows XP, Windows 2000 e Office 2000 confezionati in modo pressoché identico all’originale.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.