Ungheria: i danni della pirateria ammontano nel 2002 a 50.2 miloni di dollari

Secondo una stima effettuata dalla International Intellectual Property Alliance (IIPA), i danni derivanti dall’utilizzo illegale di materiale protetto da copyright ammonterebbe in Ungheria a 50.2 milioni di dollari americani.
I dati riportati da Business Software Alliance (BSA) sono così suddivisi:
22.2 milioni di dollari sono da ascriversi alla pirateria relativa ai prodotti software (con un tasso pari al 47%), 18 milioni di dollari generati dalla pirateria dei prodotti cinematografici (30% la percentuale), sei milioni relativi alla pirateria dei prodotti musicali e quattro milioni dovuti alla pirateria dei prodotti editoriali.
BSA ha annunciato anche che continuerà la campagna attivata lo scorso anno in quattro regioni a est del Paese per permettere alle aziende dislocate in quelle zone di mettersi in regola acquistando software legale.
Passato il termine per l’adeguamento BSA inizierà azioni legali nei confronti della aziende non ancora in regola.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.