Torna a salire lo scaricamento illegale di brani musicali

Una ricerca di NPD Group ha evidenziato che nei mesi di ottobre e novembre 2003, dopo un declino durato sei mesi, è tornato ad aumentare in numero delle case (dato determinato in base alla analisi dei punti domestici di accesso alla Rete) nelle quali si scarica musica accedendo ai network P2P.
L’aumento registrato è nell’ordine del 6% in Ottobre e del 7% nel mese successivo.
Russ Crupnick, vice presidente di NPD Group ascrive l’aumento sia alla maggire offerta di prodotto muisicali nel periodi prenatalizio sia al monire risalto dato dai media alle azioni legali di RIAA.
La stessa RIAA si è detta comunque sicura di muoversi nella giusta direzione anche allo scopo di creare una coscienza dela legalità che sta spostando sempre di più gli utenti verso un utilizzo corretto della Rete.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.