Taiwan: 1735 condanne per pirateria

Lo scorso anno le autorità giudiziarie di Taiwan hanno condannato 1735 persone accusate di violazione di copyright con un aumento del 29% rispetto allo scorso anno. Il dato è stato reso noto dal governo taiwanese.
Le forze dell’ordine hanno chiusi 21 stabilimenti impiegati nella produzione di materiale piratato ed è stato sequestrato materiale per una valore pari a 144 milioni di dollari.
I risultati sono il frutto della pressione operata dagli Usa e dai Paesi Europei, che ha anche avuto come risultato l’introduzione di un impianto normativo più severo nei confronti di coloro i quali violano il copyright.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.
Exit mobile version