“Shrek 2” in Cina va forte, o forse no’

Potrebbe essere la volta buona per il governo cinese.
La campagna per far sparire dalle strade della capitale le copie pirata del film della casa di produzione di proprietà di Steven Spielberg viene infatti vista dalle alte cariche istituzionali del paese asiatico come un modo per dimostrare che il governo sta di fatto prendendo i provvedimenti promessi tempo fa in materia di protezione del copyright.
Lo scorso venerdì la National Copyright Administrationha infatti reso noto che sono stati finora confiscati più di 1.100 esemplari del DVD “Shrek 2” ‘ che si può acquistare illegalmente un po’ ovunque ed alla luce del sole per $1.
Non solo: due negozi sono stati chiusi, e sono state sollevate multe per $7000.
Ma gli effetti di queste azioni sono certamente limitati, ed il governo lo sa.
Per questo si attende con impazienza una decisione della Corte Suprema del paese, la quale entro la fine dell’anno potrebbe dare un’interpretazione meno restrittiva di quella attualmente in vigore in materia di copyright, abbassando di conseguenza il limite di tollerabilità nei confronti di coloro che trafficano in beni piratati, siano essi software, capi di abbigliamento, orologi o supporti digitali.
In particolare, in Europa e negli Stati Uniti d’America le ditte e società più colpite dal fenomeno della contraffazione (le stime parlano di $1.89 miliardi persi nel mercato cinese nel solo anno 2002) si aspettano che l’interpretazione della Corte Suprema cinese arrivi a contemplare l’introduzione di fattispecie sanzionabili penalmente, anziché solo civilmente ‘ ciò che viene attualmente percepito come di poca forza deterrente nei confronti di un mercato, quello clandestino, che vive e si arricchisce solo ed unicamente grazie alla vendita di questi prodotti illegali.

La redazione (Alessandro di Francia)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.