Raid Antipirateria a Wakefield, in Gran Bretagna

Continua l’offensiva della BPI (British Phonographic Industry) che, in collaborazione con le forze di polizia, ha portato a termine un raid nell’area di Wakefield nello Yorkshire.
L’indagine, portata a termine dopo un’investigazione durata sei mesi, ha condotto alla scoperta di un grande impianto di produzione all’interno del quale sono stati rinvenuti quattro apparecchi per la riproduzione dei CD da 200 unità , svariati computer e una grande quantità di CD e DVD musicali.
I CD comprendevano molti album attualmente ai primi posti delle classifiche. In totale il materiale sequestrato raggiungeva il valore di 100.000 sterline.
David Martin, Capo della Anti Piracy Unit for the British Phonographic Industry, ha rivelato che, in concomitanza con il Natale, BPI e le forze di Polizia hanno constatato un livello dell’attività di realizzazione e diffusione di prodotti musicali contraffati assolutamente al di sopra di quanto sino a ora rilevato.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.